Camerino Festival, venticinquesima edizione omaggio all’Italia e al barocco

La Conferenza stampa

Compie venticinque anni il Camerino Festival, rassegna internazionale di musica e teatro da camera organizzata dalla Gioventù Musicale di Camerino. La manifestazione, che si è sempre distinta per l’alta qualità artistica, anche nel 2011 non viene meno alla propria tradizione. Il programma, presentato con una conferenza stampa nella sede della Provincia dal presidente delle GMI camerte, Corrado Zucconi e dal direttore artistico, Francesco Rosati, propone delle vere e proprie eccellenze del panorama concertistico internazionale. Sono proprio questi grandi musicisti che fanno del Camerino Festival un valore aggiunto nel panorama artistico-culturale della città e dell’intero territorio maceratese, come hanno sottolineato nell’occasione Gianluca Pasqui e Massimiliano Bianchini, assessori – rispettivamente – del Comune e delle Provincia. L’apertura del Festival è annunciata per il 6 agosto al teatro “Filippo Marchetti” con l’esibizione del pianista iraniano Ramin Bahrami, uno dei maggiori esecutori della musica di J.S. Bach. Per Bahrami è un ritorno nelle Marche, a distanza di tre anni dalla sua presenza a Camerino nel 2008. Quest’anno, sui tasti del magnifico Steinway gran coda, proporrà al pubblico “Le Variazioni Goldberg”, uno dei capolavori del repertorio bachiano. La rassegna prosegue poi nei giorni pari fino al 18 agosto.Un tuffo nelle sonorità del Barocco è previsto per la serata dell’8 agosto, all’interno della chiesa di San Filippo con il complesso d’archi dell’Accademia Bizantina, che si esibirà nella Cappella Foschi, con alle spalle la splendida tela di Giambattista Tiepolo, in un mirabile connubio tra arte pittorica, musica e devozione. Si torna nel teatro Filippo Marchetti il 10 agosto per “Un Peer Gynt da camera”, dramma fiabesco scritto da Luigi Maio, liberamente ispirato al poema del drammaturgo norvegese Henrik Ibsen, per il quale il musicista Evdard Grieg scrisse le musiche di scena. L’opera di Luigi Maio prevede, accanto alla partecipazione del poliedrico e geniale attore genovese, quella del grande pianista Bruno Canino, impegnato nelle deliziose suites pianistiche scritte da Grieg. Un raffinato momento di musica da camera sarà ospitato dalla Sala Consiliare del Comune di Camerino, il 12 agosto, con il duo violoncello e pianoforte composto da Francesco Dillon e Emanuele Torquati; il programma prevede, tra gli altri, una interessante trascrizione delle Kinderszenen di Schumann, la splendida Sonata di Richard Strauss e una interessante selezione di brani lisztiani, con cui celebrare  il bicentenario della nascita di Liszt. Contaminazione con il jazz nella serata del 14 agosto sul palco del Marchetti, con il Tangaria Quintet di Richard Galliano. Camerino Festival rinnova, infine, la collaborazione con l’Istituto musicale Nelio Biondi di Camerino con “I concerti delle 7”, divertissements musicali che si svolgeranno presso il cortile della Palma, di fronte al teatro Marchetti alle ore 19 in punto (giorni del 7, 9, 11 e 13 agosto). Il programma completo è sul sito www.camerinofestival.it Informazioni:  GMI Camerino tel. 0737/630193 – 338/3821153 – Comune di Camerino – Ufficio Cultura 0737/634725

Luca D’InnocenzoLa Scansione.net

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin