Sara, c’è un testimone oculare dell’omicidio

Il mistero sulla paternità dell’omicidio della piccola Sara Scazzi uccisa lo scorso 26 Agosto sembra svelarsi pian piano. Cosima Serrano e la figlia Sabrina Misseri restano in carcere come stabilito dal Tribunale del Riesame con l’accusa di sequestro, omicidio e occultamento di cadavere. Ad aggravare la posizione delle due donne c’è stata la testimonianza del fioraio di Avetrana Giovanni Buccolieri il quale inizialmente aveva dichiarato di aver visto la donna che obbligava la nipote a salire a bordo della sua auto; in seguito l’uomo ha ritrattato tutto dichiarando che si trattava solo di un sogno. Secondo le ultime indiscrezioni quella che sembrava inizialmente una testimonianza di poco conto sembra addirittura trasformarsi nella descrizione vera e propria dell’omicidio. Fonti non ufficiali hanno, infatti, dichiarato che dalle carte su cui ha preso vita l’udienza del Riesame, emergerebbe una testimonianza per cui l’uomo avrebbe raccontato alla moglie in presenza della suocera e alla sua ex collaboratrice Vanessa Cerra, di aver assistito addirittura allo strangolamento della minore.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin