Rombiolo, la Cooper Poro chiude a causa delle troppe intimidazioni

L’altro ieri, mentre stava eseguendo dei piccoli lavori all’interno del cimitero per conto del parroco, hanno sparato alcuni colpi di pistola contro un camion, la notte scorsa hanno rubato ponteggi e attrezzi. E’ quanto accaduto a Vallelonga, un piccolo centro del Vibonese, ai danni di una ditta, la cooperativa edile Cooper-Poro di Rombiolo, sempre nel vibonese, formata 33 anni fa da operai e muratori del luogo. Ma davanti all’ennesimo atto intimidatorio, il presidente della società,Totò Pata, sta per prendere una decisione eclatante: quella dichiudere i battenti. Una decisione maturata sia per le continue pressioni criminali a cui non si e’ mai piegato, sia per i ritardi nei pagamenti dei lavori effettuati anche per enti pubblici. Stamattina Pata e’ stato convocato dal prefetto Luisa Latella a cui ha esposto tutti i problemi, tra cui appunto quello legato ad alcuni lavori dell’Aterp. Il prefetto ha garantito la propria solidarietà e l’impegno, nella speranza di trovare una soluzione ai problemi della cooperativa.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin