Tav.Nencini: la violenza e la demagogia devono rimanere fuori da un progetto riformista

“Una coalizione che aspira a vincere le elezioni deve essere poi in grado di governare, per questo le preoccupazioni espresse da Chiamparino ed Esposito sono anche le nostre. Chi ammicca ai violenti e cavalca con demagogia posizioni estreme che vanno contro lo sviluppo del nostro Paese non può trovare cittadinanza in un progetto politico riformista che aspira ad accreditarsi come forza del cambiamento. Occorre dirlo con chiarezza, ed agire di conseguenza”. Lo dichiara Riccardo Nencini, segretario nazionale del PSI, all’indomani dei gravi episodi di violenza verificatisi in Val di Susa.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin