Lucca, il set del film di Pieraccioni si sposta in consiglio comunale e poi al Teatro del Giglio

Il “ciclone” Pieraccioni continua ad interessare la città. Non si attenua l’interesse dei lucchesi per le riprese del nuovo film di Leonardo Pieraccioni “Ho adottato la felicità” che l’attore-regista comico sta girando principalmente nel centro storico e nei dintorni di Lucca. Dopo le riprese in via del Fosso e a Villa Bottini, il set si sposta prima nell’aula del consiglio comunale (Palazzo Santini) dove si è tenuto un (finto) consiglio e poi, la prossima settimana, niente meno che al teatro del Giglio, dove la cittadinanza è stata invitata a partecipare alle riprese riempiendo la platea del teatro. Per chi volesse partecipare l’impegno sarà di circa 2 ore, ed è gradito l’abito elegante. Per venire incontro alle riprese e alle esigenze di produzione il Comune ha emesso le seguenti ordinanze per i prossimi giorni.

dalle ore 00,00 del giorno  4 Luglio 2011 alle ore 24,00  del giorno 7 luglio 2011

di riservare la porzione centrale di Piazza S. Giovanni alla sosta dei mezzi di produzione;

per il  giorno  7 luglio 2011  dalle ore 07,00 alla ore 24,00

l’istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta in n 3 stalli di sosta riservati ai residenti ed in n. 1 stallo di sosta riservato ai portatori di handicap posti nello slargo di Via del Fosso antistante il nc. 164/c e l’accesso pedonale al complesso ex Caserma Mazzini,

l’istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta in n. 4 stalli di sosta riservati ai residenti posti in Via dei Bacchettoni nel tratto compreso tra il nc. 23 ed il nc 23/a,

per il  giorno  8 luglio 2011  dalle ore 00,00 alla ore 24,00

l’istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta sull’intera  Piazza del Suffragio;

l’istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta in n. 27 stalli di sosta riservati ai residenti ed in n. 16 stalli di sosta per motocicli posti nella porzione centrale di Piazza Bernardini.

Barbara Di Cesare

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin