Banda larga, 6 milioni per la fibra ottica in Bassa Atesina e Oltradige

Otto progetti per una spesa complessiva di 6 milioni di euro: a tanto ammontano gli investimenti necessari per allacciare alla rete delle telecomunicazioni la Bassa Atesina e l’Oltradige, una delle tappe principali del programma varato dalla Giunta provinciale per portare i collegamenti veloci tramite fibra ottica su tutto il territorio altoatesino entro il 2013. Una delle priorità della Giunta provinciale si chiama banda larga: o meglio, fibra ottica. L’accesso ad internet ad alta velocità è già una realtà per la stragrande maggioranza degli altoatesini, ma molto spesso ci si affida a collegamenti via radio che non offrono le migliori garanzie possibili quanto a prestazioni, affidabilità e stabilità nel trasferimento dei dati. “La fibra ottica – spiega Mussner – è quanto di meglio possa offrire la tecnologia in questo settore, con collegamenti estremamente sicuri e ad altissima velocità. Naturalmente la cablatura del territorio è un’operazione che richiede un notevole impegno dal punto di vista finanziario, ma si tratta di soldi pubblici ottimamente investiti”. Avere accesso alla rete con collegamenti ad alta velocità, infatti, è considerato ormai un bisogno primario per famiglie, imprese ed enti pubblici, condizione necessaria ed indispensabile per la competitività di un territorio. Il programma della Giunta provinciale prevede la cablatura di tutto l’Alto Adige entro il 2013, con i maggiori investimenti che, in questa fase, riguardano le vallate periferiche, visto che le direttrici principali sono già coperte dal servizio. Una delle tappe fondamentali di questo processo riguarda la Bassa Atesina e l’Oltradige, con un investimento complessivo di 6,15 milioni di euro. I cantieri già aperti, e che dovrebbero arrivare a fine lavori tra agosto e settembre, riguardano la realizzazione delle tubazioni all’interno delle quali dovrà poi essere posata la fibra ottica per le tratte Aldino-Monte S. Pietro (488mila euro) e Bronzolo-Ora (578mila euro). Verranno invece probabilmente appaltati a novembre i lavori per il progetto più importante, quello in grado di collegare Bassa Atesina e Oltradige lungo la tratta Ora-Appiano (1,84 milioni di euro). Sono ancora alla fase di progettazione, inoltre, i lavori per la posa dei cavidotti tra Ora e Salorno (800mila euro), Termeno e Cortaccia (830mila euro), nonchè tra Laives e Nova Ponente (1,3 milioni di euro), mentre gli ultimi investimenti del programma per Bassa Atesina e Oltradige riguarderanno la posa della fibra ottica tra Bolzano (via Einstein) e Pineta di Laives (100mila euro), e tra Laives, Nova Ponente, Monte S. Pietro e Aldino (230mila euro). Per ulteriori informazioni, documenti e foto sulla banda larga: www.provincia.bz.it/aprov/giunta-provinciale/1893.asp oppure www.provincia.bz.it/bandalarga.

Ufficio Stampa Provincia di Bolzano

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin