Vasco Rossi abbandona i tour dopo trenta anni di successi

“Dopo trent’anni di carriera, dichiaro felicemente conclusa la mia straordinaria attività di rockstar”. Con queste parole Vasco Rossi annuncia il suo ritiro dalle scene. Gli spettatori dei concerti previsti l’1 e il 2 luglio e già esauriti all’Olimpico di Roma potrebbero essere gli ultimi a vedere un’esibizione live del Blasco. “Continuerò a scrivere canzoni, perché mi piace – spiega Vasco – magari farò qualche apparizione”. “Ma questa è la mia ultima tournée”. Un annuncio che arriva inatteso, in uno dei momenti di più grande popolarità del Blasco. Le quattro date milanesi del tour “Vivere o niente” hanno appena registrato il tutto esaurito allo stadio di San Siro, portando al Meazza oltre 250 mila persone. Ma all’ultimo appuntamento con i fan del capoluogo, Vasco si è presentato in ritardo a causa di un guaio fisico: uno stiramento che per alcune ore ha fatto ipotizzare la cancellazione del concerto e lo ha costretto ad un sostanzioso taglio della scaletta. L’imprevisto è costato al cantante anche una multa per aver superato il limite orario imposto dalle regole comunali. “Uno a sessant’anni non può fare la rockstar”, dice oggi. Disperazione, tristezza, amore, gratitudine: sono i sentimenti che prevalgono tra il “popolo” di Vasco Rossi dopo il clamoroso annuncio.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin