Catanzaro, Marco Umberto Caporale uccide la madre ma viene assolto in quanto incapace di intendere e volerer

E’ stato assolto perche’ incapace di intendere e di volere Marco Umberto Caporale, di 21 anni, imputato nel processo per l’omicidio della madre, Maria Concetta Sacco, di 53 anni, uccisa nel maggio del 2009 a Catanzaro. La sentenza e’ stata emessa al termine del processo con rito abbreviato. Nei confronti di Caporale il giudice ha disposto anche la misura di sicurezza del ricovero in una struttura sanitaria per almeno 10 anni.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin