Uil Cisl e Lega fanno fronte comune per la riforma fiscale

Uil e Cisl insieme per chiedere al Governo di fare la riforma fiscale altrimenti “se ne può pure andare”. È il messaggio lanciato dal leader della Uil, Luigi Angeletti, dal palco della manifestazione nazionale organizzata con la Cisl sul fisco. E se l’esecutivo non risponderà a questa urgenza, sarà sciopero: “È l’ultima volta che la Uil fa una manifestazione di sabato – ha annunciato Angeletti -. La prossima si farà di venerdì”, ha detto, spiegando che questa iniziativa è stata fatta di sabato per evitare di far perdere i soldi ai lavoratori. La prossima manifestazione sarà di venerdì, e ciò significa che sarà a supporto di uno sciopero. Ad Angeletti fa eco il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, che chiede al Governo una manovra correttiva in cui ci sia un “forte ridimensionamento della spesa inefficiente e improduttiva” a partire da quella politica. Alle voci dei leader sindacali si unisce quella del ministro della Semplificazione, il leghista Roberto Calderoli: “Sottoscrivo completamente quanto affermato da Bonanni ovvero che non è più tempo di litigi, ma che bisogna mettersi tutti insieme per realizzare la riforma sul fisco. Così come sottoscrivo le parole di Angeletti quando dice che o il Governo fa le riforme oppure è meglio che se ne va a casa. Sono d’accordo con loro, perché la riforma fiscale va fatta e va fatta subito, diversamente dovrò partecipare anch’io al loro minacciato sciopero generale e dovrò essere in piazza con loro e non più come rappresentante di un Governo “, aggiunge il ministro leghista.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin