Rimini, vedova accoltella il nuovo compagno calabrese

132

Una lite familiare che rischiava di finire in tragedia. Ha ferito gravemente il convivente con un coltello da cucina ed è finita in carcere con l’accusa di tentato omicidio. In manette, M.M., 39 anni, casalinga, già con un divorzio alle spalle: la donna, dopo l’arresto, è piantonata in forte stato confusionale nell’ospedale di Rimini, dove si trova anche l’uomo – A.C.P., geometra, originario di Martirano Lombardo (Catanzaro)- in condizioni gravi ma non in pericolo di vita. L’aggressione è avvenuta dopo una lite per futili motivi. La donna ha aggredito l’uomo con un coltello dalla lama di 15 cm, colpendolo ripetutamente al torace, sulla schiena, sulle braccia e sulle gambe. Il convivente ha riportato lesioni importanti, tra cui una al pleura del polmone sinistro.