Referendum, ieri sera superato il 41% il quorum è ad un soffio

Acqua, nucleare e legittimo impedimento. Il quorum su questi temi oggetto del referendum è vicinissimo. L’affluenza alle urne domenica è stata buona. A urne chiuse, alle ore 22:00, i dati del Viminale sono di un numero elevato di votanti, il 41,1% degli elettori per tutti e 4 i quesiti (con affluenza lievemente più bassa per quelli su nucleare e legittimo impedimento). A Milano, si vota inoltre per cinque referendum consuntivi. Il quorum del 30% è stati già raggiunto e superato. Per i quattro quesiti nazionali tutto potrebbe comunque giocarsi sul filo di lana. Decisiva l’affluenza di oggi, quando i seggi torneranno ad aprirsi dalle ore 07:00 alle ore 15:00. Il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, è stato tra i primi a votare domenica, come aveva preannunciato, recandosi in una scuola del rione Monti, sotto il sole di una Roma piacevolmente ventilata. La domenica di bel tempo in diverse regioni d’Italia non ha impedito a molti di recarsi alle urne prima di un bagno a mare. La Liguria ad esempio alla prima rilevazione risultava tra quelle in testa per affluenza, con oltre il 15%. Tra loro anche Beppe Grillo, leader del Movimento a 5 Stelle che, dopo il voto a Genova, ha scritto sul suo blog di aver “avuto quattro orgasmi in cabina gridando quattro sì”. Il sole a Napoli non ha fatto perdere d’animo i Verdi che, armati di megafono, hanno girato per le spiagge della costa invitando tutti al voto. Grande partecipazione in Emilia Romagna, con un record segnalato nella provincia di Reggio Emilia: nel comune della bassa di Fabbrico aveva già votato, a mezzogiorno, un quarto dell’elettorato. In Trentino Alto Adige pioveva da una settimana e una volta tornato il sole le città si sono in parte svuotate senza tuttavia far abbassare la media dei votanti: a mezzogiorno erano il 14,2%, con picchi a Fortezza (20,89%), Bresimo (25,7%) e Trento (16,4). Sole alternato a nuvole in Piemonte, dove la prima affluenza ha superato il 13,21% . Alle 19 due comuni del cuneese hanno addirittura superato il quorum del 50%: a Sambuco (in alta Valle Stura) ha votato il 54,34 per cento cento degli aventi diritto, ad Arguello (in alta Langa) il 52,50. Su due regioni bagnate dalla pioggia, infine, la variabile meteorologica ha inciso diversamente sull’affluenza: in Molise la prima rilevazione ha segnato un trend di affluenza (10,24%) in linea con quello nazionale, mentre la Calabria che alle ore 12:00 aveva fatto registrare il dato più basso (solo 6,81%) si è poi ripresa in giornata con un 22,02% dei votanti alle ore 19:00.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin