Silvio Berlusconi ossessionato dal Bunga Bunga

Silvio Berlusconi “ammalato” di Bunga Bunga. Festini e bunga bunga, infatti, sarebbero proseguiti anche mesi dopo l’inizio dell’inchiesta Rubygate – almeno sino ad aprile – ma non più nella villa di Berlusconi ad Arcore, bensì a Villa Gernetto a Monza, sempre di proprietà del Premier, che il Cavaliere vorrebbe sede dell’Università delle Libertà. Questa notizia emergerebbe da un’inchiesta della procura di Genova che riguarda fatti completamente diversi. L’inchiesta riguarda presunti reati fiscali legati all’affitto di megayacht, in particolare il Force Blue che sembrerebbe legato a Flavio Briatore. Nelle intercettazioni finiscono “decine di vip” tra cui Daniela Santanchè ed Emilio Fede. Dalle conversazioni non ci sarebbe nulla di penalmente rivelante ma emergerebbero elementi che andrebbero a completare il quadro delineato dai magistrati milanesi che indagano sul Rubygate. Alcuni parlano di Berlusconi come di una persona che ha problemi come aveva detto la sua ex moglie Veronica Lario. Nelle conversazioni – che spaziano dal siluramento del direttore generale della Rai Masi prima che fosse avvenuto, alla sua sostituzione con Lorenza Lei – ritenuta vicina alla Santanchè – si parla di Lele Mora il quale, nonostante lo scandalo e le inchieste, sarebbe sotto pressione per le continue richieste di organizzazione di serate nelle residenze del presidente del Consiglio.

9 su 10 da parte di 34 recensori Silvio Berlusconi ossessionato dal Bunga Bunga Silvio Berlusconi ossessionato dal Bunga Bunga ultima modifica: 2011-06-03T19:08:11+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0