Il Governo dice stop ai fermi delle auto e alle vessazioni di Equitalia

Basta con le “ganasce fiscali”, le riscossioni coattive attuate soprattutto attraverso il fermo amministrativo di macchine e macchinari d’azienda, verso quegli imprenditori che per difficoltà economiche temporanee sono diventati morosi verso Equitalia e gli altri enti di riscossione. E’ quanto sollecita una risoluzione approvata con voto bipartisan dalla commissione Finanze della Camera. Il documento, a prima firma di Maurizio Bernardo (PdL), chiede anche di togliere ad Equitalia la riscossione delle multe e riportarle in capo ai Comuni. Il testo potrebbe diventare un emendamento al decreto Sviluppo. La risoluzione impegna il governo ad “introdurre elementi di maggiore flessibilità nelle procedure di riscossione coattiva nei confronti di quegli imprenditori che dimostrino di non essere in grado di ottemperare alle scadenze fiscali e contributive per una temporanea difficoltà economica legata alla congiuntura negativa, attraverso un intervento normativo teso a rendere strutturale la possibilità di concedere al debitore un nuovo piano di rateazione, in caso di mancato pagamento di una o più rate determinato da un comprovato peggioramento della situazione di difficoltà economica del debitore stesso”. Inoltre il governo dovrà rivedere la disciplina della riscossione degli importi “non significativi”, cioè inferiori a 2.000 euro, in modo tale che l’agente della riscossione sia “tenuto semplicemente ad inviare al debitore solleciti di pagamento”. Maggioranza e opposizione chiedono poi all’esecutivo di “rivedere il meccanismo di espropriazione sugli immobili, elevando a 20.000 euro l’importo al di sotto del quale non è possibile iscrivere ipoteca ovvero procedere ad espropriazione”, prevedendo inoltre che, “qualora il debitore risulti proprietario di un solo immobile nel quale abbia la propria residenza, l’iscrizione ipotecaria sia necessariamente preceduta dalla notifica di una comunicazione preventiva che assegni al debitore stesso un termine di trenta giorni per effettuare il pagamento, prima che si proceda all’iscrizione del gravame”. Per quanto riguarda poi il meccanismo di calcolo delle sanzioni tributarie, esso andrà riformato “in particolare escludendo forme di anatocismo, legate all’applicazione di ulteriori interessi sulle sanzioni e sugli interessi di mora maturati per il mancato pagamento dei debiti tributari, limitando la crescita degli oneri connessi ai ruoli esecutivi e rivedendo il meccanismo dei compensi di riscossione”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Il Governo dice stop ai fermi delle auto e alle vessazioni di Equitalia Il Governo dice stop ai fermi delle auto e alle vessazioni di Equitalia ultima modifica: 2011-06-01T18:06:16+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

1 commento per “Il Governo dice stop ai fermi delle auto e alle vessazioni di Equitalia

  1. 2 giugno 2011 at 13:11

    Mi verrebbe da ridere, se…………..non ci fosse da piangere !!
    Presso Equitalia, esiste una pendenza che, per un debito di 20…..Euro, no, centesimi, è arrivata ad una richiesta di ben……..77 Euro. Che interessi e/o spese si possono caricare su 20 centesimi, circa 400 delle vecchie Lire !!??
    77 Euro rispetto a 20 cents, sono quasi, il……. 4.000 (quattromila !!)percento !! Possibile che Equitalia sia autorizzata a pretendere ciò che vuole dai Cittadini che “cadono” nelle sue “grinfie”, cioè Tutti !!?? Qualcuno dovrebbe occuparsi di questi comportamenti per riportarli sui corretti binari della ragionevolezza !! E non è il solo caso di mio personale interesse, poichè ho avuto, anche e più volte, vere e proprie “minacce” per il pagamento di somme indebite, per cui ho anche querelato pubblici dirigenti (ad oggi senza riscontri !!), salvo poi ricevere comunicazione dell’ annullamento delle pretese per manifesto errore dell’Ente impositore (INPS, INAIL, REGIONE, PREFETTURA, COMUNI, ETC…), MA CHI CI RISARCISCE DEL TEMPO PERSO PER DIFENDERCI DA QUESTE VERE E PROPRIE VESSAZIONI, SE NON VOGLIAMO DEFINIRLE PER QUELLO CHE INVECE SONO VERAMENTE !!??

Commenti chiusi.