Mantova, sulla centrale a biomasse sale lo scontro

E’ scontro fra la Provincia ed il Comune di Mantova sulla centrale a biomasse. Ecco cosa dichiara il presidente della Provincia Fontanili in replica al Sindaco Falchetti. “Ho partecipato proprio questa mattina a Bruxelles a un incontro sul tema dell’utilizzo distorto delle biomasse a cui erano presenti anche il presidente della Commissione agricoltura della Ue Paolo De Castro e l’ex Presidente  Romano Prodi. La conclusione è stata che occorrono un governo nazionale e sovranazionale  per stabilire regole precise per l’utilizzo di biomasse per produrre energia da fonti rinnovabili”. Replica a distanza del presidente della Provincia di Mantova Maurizio Fontanili alla decisione del Comune di Castel Goffredo di ricorrere al Tar contro la centrale a biomasse che dovrebbe essere realizzata nella frazione di Selvole. “Noi – prosegue il numero uno di Palazzo di Bagno – come Provincia abbiamo solo rispettato la legge, pur non condividendone certi aspetti. Il nostro compito è di attenerci alla normativa vigente. Non comprendo affatto la reazione e l’atteggiamento del sindaco Mauro Falchetti. Era compito suo informare la popolazione del progetto che era in corso e coinvolgerla”. Ancora più secca la replica dell’assessore provinciale all’ambiente Giorgio Rebuschi: “Il modo di gestite la vicenda conferma l’inaffidabilità del Comune: il suo ricorso è solo un atto strumentale perché siamo in campagna elettorale ed è un ricorso a scodelle lavate con i pareri assolutamente favorevoli del Comune stesso, già ampiamente espressi. E’ come se il comune ricorresse contro se stesso”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0