Quote rose in Regione Piemonte

“Molto positivo il passaggio in Commissione Bilancio del Consiglio Regionale per il nostro Progetto di legge bipartisan per le quote rose nelle nomine regionali. Durante le consultazioni con i soggetti interessati al provvedimento, la Consulta Regionale Femmile ha proposto una modifica che rafforza il nostro progetto di legge, istituendo una verifica della parità di genere nelle nomine e la definizione di una sanzione per il mancato rispetto delle quote. La legge prevedrà il rispetto di una percentuale del 40 per cento di presenze di donne nelle nomine effettuate da Giunta e Consiglio. Anche la Commissione Pari Opportunità ha approvato all’unanimità la proposta, quindi ora attendiamo un rapido iter della legge in Consiglio Regionale, confidando nello stesso sostegno bipartisan che ha promosso la sua presentazione. Con l’approvazione di questa legge, Il Piemonte – prima Regione in Italia ad adottare una legislazione in questo senso – rappresenterà un’avanguardia virtuosa sul fonte delle pari opportunità”. Lo scrive in una nota al giornale il consigliere regionale piemontese Monica Cerutti, prima firmataria Progetto di legge quote rose nelle nomine regionali, in quota Sinistra Ecologia Libertà.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin