The Walking Dead, l’Apocalisse fatta serie Tv

La serie Tv apocalittica The Walking Dead è fra le offerte disponibili in streaming sul canale multimediale Now Tv. Sono accessibili tramite la sezione apposita le prime sei stagioni trasmesse sulla Fox in oltre 7 anni di successo.

Il settimo ed ultimo capitolo è stato trasmesso nella sua seconda parte il 13 gennaio scorso, in onda su Fox. Incentrato in America, lo show racconta di un gruppo di sopravvissuti alle prese con zombie ed un crescendo di malvagità, alimentato dalla distruzione del mondo e di gran parte della popolazione.

Realizzata da Frank Darabont per l’emittente americana AMC, The Walking Dead ha saputo conquistare i telespettatori di tutto il mondo grazie ad un mix di survivor, azione e dramma, oltre che ad una caratterizzazione approfondita dei personaggi principali.

Da Andrew Lincoln a Steven Yeun e da Chandler Riggs a Norman Reedus, il cast si è arricchito nel corso delle stagioni anche di artisti del calibro di Melissa McBride, Lennie James, Lauren Cohan e Danai Gurira.

Lo Sceriffo Grimes, capro espiatorio o leader?

A tenere ben salde le fila di The Walking Dead, il gruppo guidato dallo Sceriffo Grimes, interpretato da Lincoln. Lo conosciamo in una situazione di pericolo fin dal pilot, appena risvegliato dal coma e del tutto ignaro di ciò che sta accadendo nel resto del mondo.

Anche se spesso considerato un elemento cardine nella narrazione, l’ex Sceriffo subirà un’evoluzione totale fin dalle prime battute, uscendo dalla zona sicura conquistata negli anni in nome della giustizia ed entrando a piedi uniti in uno stravolgimento importante dei suoi valori. Rick è l’unico inoltre a poter avere il vantaggio – o la sfortuna a seconda dei casi – di avere ancora al suo fianco i suoi familiari.

La moglie Lori ed il figlio Carl faranno da contrappeso e spesso da ago della bilancia per le decisioni dello Sceriffo. L’immagine che fornisce al gruppo neo formato è di un uomo sicuro di sé, determinato ed in grado di agire coordinando al meglio diverse persone. Tuttavia, proprio il suo ruolo di rilievo lo porterà sovente verso accuse significative da parte di altri sopravvissuti.

L’arciere Daryl Nixon e la “mamma” Carol

Arciere solitario, burbero, distante da qualsiasi tipo di emozioni: Reedus è Daryl Nixon, uno dei personaggi dello show più amati dal pubblico. Del suo passato si conosce ben poco, se non qualche frammento rivelato nel corso delle sei stagioni della serie Tv.

Anche nel suo caso, l’Apocalisse comporterà un forte cambiamento interiore, che tuttavia non porterà l’arciere ad abbandonare le proprie abitudini caratteriali. Stringerà un legame stretto, a doppia mandata, soprattutto con Carol, una donna che entra a far parte del gruppo in occasione della perdita della figlia.

Una tragedia che la segnerà per sempre, ma da cui si distaccherà molto presto per non vivere in un costante senso di colpa. Non abbandonerà tuttavia il suo istinto materno, che metterà invece a disposizione della sua nuova famiglia, composta dai sopravvissuti incontrati lungo il suo cammino.

L’amore ai tempi della distruzione: Glenn e Maggie

Un riflettore particolare in The Walking Dead viene puntato sui personaggi di Steven Yeun e Lauren Cohan, rispettivamente Glenn e Maggie. I due giovani si conoscono infatti in un momento critico che spinge i sopravvissuti verso la fattoria della famiglia di Hershel, il padre di Maggie. Anche se inizialmente la ragazza manterrà le distanze, approfitterà di un’incursione in una farmacia per togliere ogni freno e concedersi un momento di passione con il giovane coreano.

La loro storia d’amore, pura e semplice, ma bersagliata di problemi, riuscirà ad oltrepassare i muri di entrambi, contrastando allo stesso tempo qualsiasi minaccia esterna. Una parentesi rosa all’interno di una realtà in continuo sfacelo e che incita a volgere lo sguardo verso il futuro, verso la costruzione di una possibile civiltà lontana dai Vaganti e dalla malvagità degli uomini.

Morgan, simbolo dello squilibrio

Data la precarietà del mondo delineato in The Walking Dead, il personaggio di Lennie James diventerà simbolo di follia ed equilibrio allo stesso tempo. Morgan non rappresenta solo un’ancora nel passato dello Sceriffo, dato che si sono conosciuti in precedenza, ma diventerà anche il fautore di uno dei più importanti cambiamenti avvenuti all’interno dello show.

Al momento del primo incontro con Rick e Carl, infatti, Morgan ha perso il lume della ragione a causa della morte del figlio, di cui si sente responsabile. La sua storia verrà raccontata in maniera approfondita nella quinta stagione, quando in modo quasi casuale, si imbatterà dapprima in un mentore che gli insegnerà l’arte della nonviolenza ed infine si ricongiungerà con lo stesso Sceriffo.

Tuttavia, la sua presa di posizione e la determinazione a non voler apportare ulteriore violenza ad un mondo già compromesso, faranno da motore per diversi problemi che i sopravvissuti dovranno affrontare.

9 su 10 da parte di 34 recensori The Walking Dead, l’Apocalisse fatta serie Tv The Walking Dead, l’Apocalisse fatta serie Tv ultima modifica: 2017-02-14T12:29:11+00:00 da Admin
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento