Bonifico Bancario: Differenze tra Bonifici Nazionali ed Esteri

Il bonifico bancario è uno strumento che consente ad una persona, l’ordinante, di trasferire soldi dal suo conto corrente al conto corrente di un’altra persona, che nel caso specifico viene indicata con il termine di beneficiario.

Bonifico Bancario Online: Come Fare

Per poter fare un bonifico bancario non è necessario avere un conto corrente in banca, ma si possono utilizzare anche solo i contanti da inviare. In ogni caso per poter fare un bonifico bancario bisogna sapere dati specifici del beneficiario: dati bancari, dati personali e dare una causale.

Esistono diversi tipi di bonifico bancario, ma andiamo a vedere nello specifico i bonifici nazionali ed i bonifici esteri, soprattutto le differenze tra i due.

Bonifico Bancario Nazionale: Tempi e Dati Richiesti

Il bonifico bancario nazionale consente il trasferimento di denaro ad un beneficiario, entrambi residenti nello stesso stato. Per poterlo fare è necessario andare in banca, ma non è obbligatorio avere un conto corrente. Sono necessari i dati del beneficiario, quelli bancari, quindi IBAN e numero di conto corrente, poi i dati personali ed una causale. I dati devo essere precisi, in caso contrario sarà impossibile procedere con l’operazione. Il bonifico bancario nazionale può essere fatto sia allo sportello in banca, che comodamente da casa, on line, collegandosi al proprio conto bancario ed effettuare l’operazione con i dati richiesti. I tempi sono relativamente brevi: dai 2 ai 5 giorni, non oltre, ovviamente dipende anche dai giorni festivi. Il prezzo dipende dalla banca, alcuni conti bancari prevedono costo 0 per questa operazione, ma generalmente da 1 a 3 euro.

Fare un Bonifico all’Estero: Costi e Procedura

Il bonifico bancario estero come funzionamento è alquanto simile, cambiano ovviamente in base alla zona di destinazione. Ci sono i bonifici diretti all’area Sepa ( Single Euro Payments Area) e quelli extraeuropei. L’area Sepa attualmente conta 31 paesi, ci sono tutti quelli che come moneta hanno l’euro, quindi i paesi dell’Unione Europea e poi anche altri, come la Svizzera, il Regno Unito, l’Irlanda ed altri stati che hanno una propria valuta, ma verranno comunque accettati i bonifici bancari. Per il bonifico bancario diretto ad uno di questi 31 paesi è necessario avere Iban e BIC o Swift. Il bic che corrisponde alla sigla Bank Identifier Code è un codice identificativo che hanno i correntisti all’estero. Questo tipo di bonifico ha dei tempi e costi superiori rispetto a quello nazionale, ma ogni banca prevede i suoi tempi e prezzi per questa operazione. Generalmente i costi vanno dai 3 ai 7 euro.

Ci sono poi i bonifici bancari esteri destinati alle zone extraeuropee che prevedono spese e tempi diversi. Le spese sono previste sia per la banca che invia denaro sia per quella che riceve, di conseguenza le spese possono essere o entrambe a carica di chi invia il bonifico o sono divise, in cui l’ordinante paga le spese previste dalla sua banca e il beneficiario paga quelle previste dalla sua. I giorni necessari per questa operazione sono 7, ma possono esserci delle brevi variazioni, i costi sono più elevati, si applica, di solito, lo 0,15% dell’importo del bonifico che si effettua.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bonifico Bancario: Differenze tra Bonifici Nazionali ed Esteri Bonifico Bancario: Differenze tra Bonifici Nazionali ed Esteri ultima modifica: 2016-08-29T17:33:39+00:00 da Massimo Fattoretto
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone

Lascia un commento