Milano, in Zona 3 AscoltaMI

Come concordato in base agli accordi di collaborazione stipulati con i Consigli di Zona che hanno accolto la proposta, l’associazione di promozione sociale Articoloquattro intende svolgere la propria attività, gratuitamente, all’interno degli spazi concessi dal Consiglio di Zona, realizzando sportelli di ascolto meglio definibili come punti di intercettazione, denominati “AscoltaMi”, nella giornata e nell’orario da concordare
L’attività si svolge attraverso colloqui individuali, di circa 30/35 minuti, attraverso cui si stabilisce un rapporto empatico con il lavoratore in difficoltà, portandolo ad esprimere liberamente tutte le problematiche che lo hanno portato a vivere la situazione attuale. Successivamente si propone ai soggetti che hanno avuto accesso agli sportelli di ascolto, di relazionarsi fra di loro, in modo da creare, se possibile, una rete di capacità professionali in grado di rimettere in moto significative attività lavorative. Per evidenti questioni legali e di privacy, non è possibile da parte dell’associazione Articoloquattro né produrre né tantomeno rendere pubblici i nominativi di tali soggetti. Gli sportelli già avviati presso altri Consigli di Zona, una volta radicatisi nei rispettivi territori, sono diventati un punto di riferimento per l’utenza e numerosi soggetti che si sono rivolti ad “AscoltaMi” sono stati indirizzati a uffici comunali di cui spesso non conoscevano l’esistenza e da cui hanno avuto risposte e chiarimenti riguardanti possibili prospettive lavorative.
L’associazione, tramite i canali di comunicazione come il sito internet www.articoloquattro.org, il gruppo Facebook https://www.facebook.com/groups/551080411589315/ e una mailing list di iscritti, simpatizzanti, giornalisti e altri operatori dei media, ha diffuso quanto più possibile la comunicazione di tale attività. L’associazione si impegna comunque a intensificarla ulteriormente, ricercando spazi e occasioni (assemblee pubbliche, incontri, convegni tematici, interventi radiofonici e/o televisivi) attraverso i quali divulgare gli obiettivi del progetto, sintetizzabili nell’emersione del disagio economico/sociale/abitativo dei liberi professionisti (partite iva) privi di attività lavorativa (e di ammortizzatori sociali di qualsiasi genere), nella creazione di una rete di contatti, relazioni, scambi di conoscenze e capacità professionali, nella possibilità di finalizzare questa rete alla realizzazione di progetti che aiutino i soggetti coinvolti ad uscire dalla “zona grigia” in cui si sono trovati loro malgrado. Sempre in quest’ottica è nato e si muove il progetto Rework 3.0, che si configura come la naturale evoluzione di “AscoltaMi”, http://www.articoloquattro.org/rework/.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone