Bari, confronto sul nuovo Piano di sviluppo rurale regionale per il periodo 2014-2020

Si svolgerà domani giovedì 7 aprile il convegno organizzato da Confagricoltura Puglia sul tema “Psr: approfondimenti e opportunità”. Si tratta di un’importante occasione d’incontro fra gli imprenditori agricoli, i vertici della Federazione regionale e nazionale di Confagricoltura e i rappresentanti del sistema bancario pugliese, per cominciare a impostare relazioni strategiche tese a ottimizzare al massimo le risorse messe a disposizione dal nuovo Piano di sviluppo rurale (Psr) regionale per il periodo 2014-2020.

Il convegno si terrà alle 11 presso Villa De Grecis (via delle Murge 63). Interverranno il presidente di Confagricoltura Puglia, Donato Rossi, il componente della Giunta nazionale, Onofrio Giuliano, il direttore del Dipartimento Agricoltura e responsabile dell’Autorità di gestione del Psr Puglia, Gianluca Nardone, il dirigente del Dipartimento Agricoltura Giuseppe D’Onghia, l’assessore regionale all’Agricoltura Leonardo Di Gioia. Modererà il dibattito il tecnico di Confagricoltura Puglia Gianni Porcelli.

Chiuderà il convegno il presidente nazionale di Confagricoltura Mario Guidi.

Con la collaborazione di Unicredit Banca, Confagricoltura Puglia punta a fornire agli imprenditori e a tutti gli stake holders del settore gli elementi necessari a conoscere nel dettaglio misure e obiettivi strategici del Psr.
Insieme al sistema bancario, in particolare la Federazione regionale degli Agricoltori è determinata a elaborare strumenti finanziari ad hoc per le esigenze delle imprese agricole pugliesi, in funzione di un completo e ottimale utilizzo dei fondi: 1,6 miliardi di euro da spendere entro il 2020.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bari, confronto sul nuovo Piano di sviluppo rurale regionale per il periodo 2014-2020 Bari, confronto sul nuovo Piano di sviluppo rurale regionale per il periodo 2014-2020 ultima modifica: 2016-04-06T10:18:17+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento