Quali sono le finalità per cui si può richiedere un prestito

87

Per realizzare un piccolo progetto personale per il quale non si dispone della liquidità necessaria è possibile prendere in considerazione l’opportunità di rivolgersi a una banca o a un’agenzia di credito per ottenere un prestito. Ma quali sono le finalità per cui si può richiedere un prestito? Scopriamolo insieme.

Le finalità dei prestiti

Il prestito è un importante strumento di credito messo a disposizione di privati e famiglie che vogliono disporre di immediata liquidità per soddisfare delle esigenze.

La procedura prevede una richiesta formale da inoltrare a un banca, a una società finanziaria o a un intermediario presentando una serie di documenti che comprovano la propria capacità economica nell’onorare il debito contratto.

Una volta che la domanda viene approvata, il beneficiario dovrà pagare le rate mensili previste dal piano di ammortamento per un determinato periodo che non supera mai le 120 mensilità (10 anni).

I documenti da presentare differiscono rispetto alla tipologia di lavoro che si svolge, per cui per un pensionato sarà necessario allegare il cedolino della pensione, per un lavoratore dipendente la copia dell’ultima busta paga conseguita e per un libero professionista l’ultima dichiarazione dei redditi presentata e trasmessa telematicamente all’Agenzia delle Entrate.

La somma viene concessa in un’unica soluzione, normalmente accreditata direttamente sul conto corrente del beneficiario del prestito, senza peraltro dover indicare obbligatoriamente l’utilizzo che si farà del denaro ricevuto. Nonostante questa caratteristica, molte banche richiedono al proprio cliente la finalità per cui si chiede il prestito.

I motivi per i quali le banche chiedono conto dell’utilizzo del denaro sono i più disparati, ma solitamente ci sono soprattutto questioni di natura statistica che rientrano nei parametri presi in considerazione dalla stessa banca per decidere se concedere o meno il prestito. Dunque, nonostante la legge non preveda l’obbligo di indicare la finalità, questo aspetto è fondamentale affinché ci siano buone chance che la richiesta venga accettata dall’istituto a cui ci si è rivolti.

Le principali finalità che consentono di ottenere liquidità

Come anticipato, indicare la finalità per cui si richiede un prestito è fondamentale per consentire alla banca di elaborare al meglio la procedura per decidere se concedere o meno l’importo. Inoltre, la finalità del prestito può incidere in maniera considerevole sull’entità del tasso di interesse, che potrebbe essere più vantaggioso.

Tra i principali motivi per i quali è possibile affidarsi ad un’agenzia finanziaria oppure a una banca per ottenere un prestito rientra la ristrutturazione di un immobile. Questa è una delle causali più importanti e vantaggiose, a partire dalla grande attenzione che viene data sul tema a livello politico, come del resto confermano i tanti bonus messi a disposizione per chi decide di ristrutturare la propria casa e soprattutto di migliorarla dal punto di vista energetico.

È possibile presentare richiesta per un prestito anche nel caso in cui si abbia esigenza di liquidità per gestire delle improvvise emergenze e spese, come un problema di salute oppure il pagamento di una tassa.

Ci sono poi dei progetti che possono essere finanziati in questo modo, ossia l’acquisto di nuove soluzioni di arredo per una casa appena ristrutturata oppure per l’acquisto di prodotti di elettronica e personal computer, fondamentali ad esempio per chi deve lavorare da casa oppure per permettere ai propri figli di seguire con efficacia il percorso scolastico.

Ci sono poi ulteriori necessità da parte di famiglie e privati, ad esempio, per l’acquisto di una moto, di una macchina nuova oppure usata, per realizzare il sogno di convolare a nozze con il proprio partner prevedendo anche un meraviglioso viaggio di nozze.

Esistono anche prestiti che possono essere messi a disposizione dalla banca per sopperire a un precedente debito che purtroppo non si riesce più a gestire per via di una rata troppo onerosa. In quest’ultimo caso si parla di un prestito di consolidamento del debito per cui si va a rivedere l’intera struttura del prodotto creditizio lavorando sia sull’entità dell’importo mensile sia sulla durata nel tempo, nel pieno rispetto delle normative vigenti.

Come risparmiare grazie ai prestiti online

Molte famiglie e semplici privati si ritrovano ad un certo punto con l’esigenza di dover avere liquidità per poter gestire le spese improvvise oppure per realizzare un piccolo progetto, come abbiamo visto nel precedente paragrafo.

Il prestito è uno strumento indubbiamente utile, che però rispetto ad altre soluzioni – come ad esempio il mutuo – richiede spese maggiori per via di un tasso di interesse più elevato.

Fortunatamente grazie al web esiste la possibilità di risparmiare grazie ai comparatori, come ad esempio Prestiti.it, che propone diverse soluzioni di prestiti online confrontando in pochi secondi le offerte di diverse banche e finanziarie per capire dove dirigersi per risparmiare sull’importo della rata mensile.

Le piattaforme di comparazione in genere mettono a disposizione un apposito modulo nel quale indicare una serie di parametri indispensabili per confrontare le varie offerte attualmente disponibili e i rispettivi dettagli, come l’importo del prestito, la finalità, la propria posizione economica (occupazione e reddito medio mensile), la residenza e l’età anagrafica. Sono tutti elementi che aiutano il comparatore nell’elaborare in tempo reale diverse offerte per avere una comparazione effettiva sui costi richiesti dai vari partner, consentendo così al cliente di poter risparmiare in maniera rilevante.