Come ridurre i costi di un ristorante

187

Avviare e mantenere con successo un’attività di ristorazione richiede un lavoro costante e un implemento di diverse tecniche di gestione che se ben sviluppate, possono portare a una notevole riduzione dei costi. Chi lavora nel settore Ho.Re.Ca, sa bene che una gestione efficace di un ristorante, una pizzeria, un bar e in generale di tutti i locali dedicati all’’hospitality, comporta diverse sfide. Tra le sfide più grandi ci sono senza dubbio quelle relative ai costi di gestione.

Quali sono i costi variabili di un ristorante?

Come diminuire le spese dei ristoranti?

Queste sono solo alcune delle domande che i manager e i proprietari dei ristoranti si trovano a doversi porre molto spesso. Le spese operative come i costi amministrativi e quelli di manutenzione della gestione quotidiana di questo tipo di attività, non sono che una piccola parte dei costi fissi e variabili di un ristorante. Vediamo quindi una panoramica esplicativa sui costi di gestione di un ristorante e su come ridurli, soprattutto in tempo di crisi.

Costi variabili e costi fissi di un ristorante

Parlando di riduzione di costi di un’attività del settore Ho.Re.Ca, non possiamo che iniziare dalla differenziazione di due macroaree. La prima è quella dedicata ai costi variabili e la seconda ai costi fissi.

Per costi variabili di un ristorante si intendono le materie prime, gli esborsi economici per personale extra e in generale tutti i costi che variano con l’aumentare della produzione. Per costi fissi invece intendiamo le tasse, l’affitto, le utenze, il personale fisso, costi che come possiamo facilmente intuire non variano all’aumentare o al diminuire della produzione, ma rimangono, per l’appunto, fissi. I costi fissi, a differenza dei costi variabili sono più facili da pianificare perché non subiscono grandi oscillazioni mensili.

Nonostante questo però a causa di fenomeni come l’inflazione e l’aumento delle tasse, nessun ristoratore avrà mai la garanzia che i costi fissi rimangano tali.  Ma allora come si può riuscire a tenere sotto controllo questi costi per continuare ad avere un’attività redditizia? Ecco qualche suggerimento utile.

Utilizza dei software per la gestione dell’inventario

Tenere perfettamente i conti di un locale è vitale per il proseguo dell’attività. Ma non è un compito semplice soprattutto perché nella gestione entrano in campo diverse variabili che mutano col mutare dei tempi, delle stagioni, delle crisi o come, abbiamo avuto modo di vedere negli ultimi due anni, delle pandemie. Per questo è importante usufruire della tecnologia e affidarsi a software specificamente ideati per rendere più semplici e smart le operazioni di gestione dei ristoranti.

Un programma software dopo l’investimento iniziale, ti farà risparmiare denaro a lungo termine permettendoti di vedere esattamente da dove arriva il maggior guadagno della tua attività e dove vengono maggiormente spesi i soldi. In questo modo si avrà una panoramica completa e chiara sull’inventario, il menù, i costi di produzione, delle merci e del personale, tutto in unico programma e tutto visionabile a 360° gradi e in maniera intuitiva.

Semplifica il menù

Semplificare il menù può sembrare una mossa semplice, ma in realtà è molto più che semplice. Ridurre il numero delle pietanze proposte dal ristorante significa ridurre notevolmente i costi, migliorare l’efficienza della cucina e semplificare la gestione dell’inventario. I ristoranti con menù meno complessi e lunghi sono anche quelli che hanno avuto una ripresa più celere nel 2021.

Lo scorso anno ha infatti rappresentato una vera impennata del fatturato di bar e ristoranti. Un’impennata che purtroppo non è sufficiente a recuperare le perdite subite dal settore nel 2020, in piena pandemia da Covid-19 ma che traccia la strada per un miglioramento che da fiducia e speranza nel futuro.

Utilizza il metodo FIFO

FIFO è l’acronimo di “First In, First Out” ovvero “il primo che entra è il primo ad uscire” una sigla molto conosciuta nel campo della ristorazione, ma non sempre applicata. Seguendo questo metodo che consiste nell’etichettare ogni cibo con la propria data di scadenza, si evita di farlo scadere prima di avere modo di utilizzarlo. Questa piccola accortezza permette di ridurre i costi mensili.

Quanto costa al mese un ristorante? È difficile stabilire l’incasso medio mensile di un ristorante perché le variabili sono davvero tante: posizione, tipologia di offerta, numero di sale, ecc…, ma possiamo sicuramente affermare che nel nostro Paese, sul fatturato della ristorazione l’utile lordo si attesta più o meno sul 12-15%.

Crea menù stagionali

Quante volte sentiamo parlare dell’importanza della stagionalità in cucina? Tante, perché è un argomento davvero interessante e importante da affrontare e mettere in pratica. La stagionalità permette di creare piatti e interi menù meno costosi. Frutta, verdura, molluschi, pesce, sono solo alcuni degli alimenti che se comprati di stagione permettono di creare piatti prelibati e al contempo più economici di quelli ideati con ingredienti non di stagione.

Oltre al gusto che si rivela in tutta la sua bontà di stagione, i prodotti stagionali hanno l’enorme vantaggio di essere meno costosi perché non addebitano a chi li acquista costo della produzione in serra, ma solo il loro costo originario. Per questo spesso, chi li utilizza ha un incasso medio più alto rispetto a chi invece opta per i prodotti non di stagione.

Opta per attrezzature professionali usate

Quando si è in fase di progettazione di un’attività di ristorazione una delle fasi più importanti è quella relativa alla scelta e all’acquisto di una cucina professionale. Come molti sapranno le cucine professionali, al contrario di quelle domestiche devono soddisfare per legge tutta una serie di parametri specifici atti a garantire il livello di pulizia e sicurezza degli alimenti che vengono manipolati e della gestione impeccabile del flusso di lavoro. Un modo per ridurre i costi di un ristorante sin dall’apertura, senza rinunciare alla qualità, è quello di optare per una cucina professionale usata.

Le cucine professionali usate, siano esse cucine complete o attrezzature singole, rappresentano una valida soluzione per chi desidera ottemperare a tutte le norme di legge e avvalersi di una cucina professionale di qualità, risparmiando sul costo.

Breda Servizi Tecnici progetta grandi impianti per la ristorazione da oltre 25 anni offrendo un’ampia gamma di cucine e attrezzature professionali usate tutte garantite, revisionate e collaudate dal suo team di tecnici qualificati. Un ottimo modo per ridurre notevolmente i costi spesso onerosi di un ristorante, ancor prima della sua apertura.