Pro e Contro del ferro da stiro

73

Il tuo ferro da stiro è ormai obsoleto? Oppure il suo peso rende difficile l’operazione di stiro panni? In questo articolo ti presento le varie opzioni a tua disposizione, illustrandoti i vari modelli presenti sul mercato e guidandoti passo-passo all’acquisto del tuo nuovo ferro da stiro.

Il ferro da stiro è un elemento di punta tra gli elettrodomastici di piccola dimensione perché ti permette di avere riportare i tessuti al loro stato originario dopo ogni lavaggio. Di conseguenza, è importante prestare attenzione a ciò che andrai ad acquistare perché in seguito potresti pentirtene.

Come scegliere il ferro da stiro

Nella scelta del ferro da stiro perfetto per te, dovrai tener conto di diversi fattori e caratteristiche relative al ferro che si adattano meglio alle tue esigenze.

Innanzitutto il prezzo: stabilire un budget già prima di iniziare la ricerca ti permetterà di non perdere troppo tempo dietro a elementi troppo costosi per le tue tasche, oppure troppo economici per le tue esigenze. Avere un’idea chiara di cosa stai cercando, dunque, è fondamentale.

Un elemento che gioca a favore della qualità del ferro è la potenza del vapore: più sarà forte e meno tempo impiegherai nella fase di stiro.

Allo stesso modo la capienza molto ampia del serbatoio ti permetterà di stirare molti panni in una sola volta evitandoti di dover rifornire lo stesso e aspettare che l’acqua venga trasformata in vapore. Questo fattore, tuttavia, potrebbe diventare un problema qualora l’ammontare dei panni da stirare non è troppo corposo e, quindi, si tradurrebbe con acqua in eccesso che deve essere rimosta alla fine della fase di stiraggio per evitare l’accumulo di calcare.

Un altro fattore da tenere in considerazione è proprio la funzione anticalcare. L’acqua, a lungo andare, crea un accumulo di calcare all’interno del ferro, di qualunque fattura o fabbrica; di conseguenza questo accumulo rischia di venir fuori dal ferro mentre stai stirando con il rischio di spalmarlo sui vestiti o, peggio, rovinare l’elettrodomestico. La funzione anticalcare ti permetterà di rimuovere questa sostanza automaticamente, alla fine di ogni fase di stiro.

E da qui arriviamo ai fori sulla piastra: devono essere posizionati solo sulla punta del ferro per avere il migliore dei risultati. Infatti, la parte posteriore meglio conosciuta come piastra avrà la funzione di asciugare il vapore per non lasciare i panni umidi e appiattire i tessuti precedentemente ammorbiditi dal vapore stesso. In altre parole, devi assicurarti che il materiale della piastra sia di ottima fattura e materiali.

Ultima caratteristica, ma non per importanza, è il peso del ferro da stiro, insieme alla sua impugnatura. Per quanto riguarda l’impugnatura non c’è molto da dire, in quanto la maggior parte dei ferri ne monta una in sughero che fa il suo lavoro più che bene: presta solo attenzione ai manici in gomma che, se all’inizio possono sembrare molto più comodi del sughero, col tempo l’usura tende a staccare il materiale e diventare poco maneggevole, cosa che con il sughero non accade.

Il peso della macchina, invece, deve essere tenuto in considerazione come fattore personale, ma non troppo: un ferro troppo leggero rischia di non stirare i panni alla perfezione e di conseguenza ti costringerà a usare la forza per ottenere un risultato anche solo decente. Al contrario, un ferro troppo pesante può risultare difficile da manovrare e portare allo stesso risultato di uno leggero se non peggio, quando i panni si bruciano.

Diverse tipologie di ferri:

  1. Ferri a caldaia

Questo modello di ferro da stiro presenta una zona esterna, detta appunto caldaia, dove inserire l’acqua. Il serbatoio fornirà successivamente il vapore alla piastra, che verrà utilizzata per stirare i panni.

Il maggior vantaggio di questo modello è che il serbatoio, essendo separato dalla piastra, rende la stiratura più facile e maneggevole, a differenza dei ferri con caldaia integrata. Inoltre, la caldaia esterna ha una potenza del vapore molto più forte, perché il motore non va ad appesantire la piastra.

2. Ferri da stiro senza filo

Il ferro da stito senza filo è un modello all’avanguardia che ti permette di stirare in tutta comodità senza essere ostacolato dal filo che collega la macchina all’alimentazione.

Esso è dotato di serbatoio integrato, in modo che la piastra possa rifornirsi di acqua per produrre vapore in maniera diretta e costante. In questo modo si elimina la presenza anche del tubo che, di solito, collega la piastra alla caldaia.

Stirare diventa molto semplice e confortevole con questi modelli rivoluzionari.

Considerazioni finali

Esistono altri modelli di ferro da stiro in commercio, ma quelli elencati sopra sono senz’altro le migliori proposte del mercato. Se stai pensando di acquistarne uno proprio ora ti consiglio di visitare il sito www.migliorferro.it.