Fusione in Conchiglia: cosa è?

62

Molte aziende, dei più disparati settori, hanno spesso bisogno di pezzi meccanici per la realizzazione di grandi o medi progetti. Un esempio sono i costruttori di imbarcazioni, l’industria meccanica o chimica e addirittura per completare arredi che si possono trovare nelle abitazioni. La maggior parte di questi elementi viene creata in serie, in modo pratico ed efficace, attraverso la tecnica della fusione in conchiglia. La fusione in conchiglia è utilizzata da tempo e in questo articolo andremo a spiegare nei dettagli i pregi e i limiti di questa tecnica che realizza tantissime parti di oggetti di uso comune.

Come funziona la fusione in conchiglia?

La fusione in conchiglia è una pratica di realizzazione di componenti meccaniche, attraverso la colatura di un metallo liquefatto in appositi stampi chiamati “conchiglie”. Il metallo che viene scelto solitamente per questa pratica è l’alluminio che, una volta portato alla temperatura di 680 gradi, viene fuso e grazie alla forza di gravità fatto scorrere in dei binari fino al raggiungimento di stampi in acciaio pre-realizzati.

Gli stampi in acciaio, detti anche “conchiglie”, vengono trattati con dei materiali isolanti, tali che sia semplice la rimozione del semilavorato ottenuto, dopo la solidificazione del metallo al loro interno. Una volta raggiunti gli stampi in acciaio, l’alluminio viene fatto solidificare e questo gli permette di prendere la forma desiderata in maniera sufficientemente precisa.

Il prodotto estratto dagli stampi successivamente viene affinato, attraverso ulteriori lavorazioni in modo da perfezionarlo. La tecnica della fusione in conchiglia viene utilizzata da tanto tempo e tutt’ora non viene abbandonata per una serie di motivi, che ora elencheremo.

Vantaggi della fusione in conchiglia

Questa tecnica, pur essendo abbastanza semplice, permette di avere dei pezzi finiti con delle eccellenti qualità meccaniche, come ad esempio la durezza. La fusione in conchiglia viene utilizzata per medie o medio-alte produzioni garantendo una discreta accuratezza delle dimensioni dei pezzi e una buona finitura in superficie. Questo naturalmente esclude l’utilizzo di questa tecnica per le grandi produzioni.

Motivo della scelta dell’alluminio

L’alluminio è molto utilizzato in tantissime applicazioni industriali, la sua leggerezza è uno dei suoi pregi oltre ad essere: atossico, ottimo per la conduzione, possiede un’alta tolleranza alla corrosione ed estremamente facile da lavorare. Quindi si può subito intuire un risparmio economico non indifferente nel suo utilizzo, oltre alla possibilità di realizzare stampi che possano plasmare una vasta gamma di pezzi meccanici. L’alluminio inoltre può essere combinato con altri elementi, creando leghe per aggiungere proprietà meccaniche in base all’utilizzo finale.

Realizzazioni speciali con la fusione in conchiglia

Alcune volte, lavorando con queste tecniche, ci si imbatte in richieste come l’aggiunta di perni o inserti all’interno del pezzo finito, il che è assolutamente possibile. Inserendo il perno direttamente all’interno dello stampo, l’alluminio fuso lo imprigionerà durante in raffreddamento, evitando la realizzazione di filettature o luoghi di incastro.

Un altro bisogno che spesso si palesa nella realizzazione di pezzi meccanici è la necessità di avere dei fori all’interno o all’esterno del pezzo stesso. Questa necessità viene soddisfatta nel processo di fusione in conchiglia, con la tecnica del shell-moulding. Lo shell-moulding consiste nell’inserire delle anime in sabbia miste a resina, che occupano lo spazio della cavità nello stampo, permettendo la realizzazione di qualsiasi geometria al suo interno.

Quali aziende utilizzano questa tecnica?

Tecnica nata tanto tempo fà alcune fonderie come la fonderia Ferrieri utilizzano questa tecnica che rimane ancora incontrastata per molte applicazioni. Alcune aziende hanno deciso di creare delle pagine online per dare preventivi e mostrare tutte le applicazioni della fusione in conchiglia, ad esempio permette di far scegliere il disegno al cliente come sul sito: www.fonderiagaibotti.com. La fusione dei metalli accompagna l’uomo dal tempo, il che fà capire la qualità di questa tecnica solo perfezionata negli anni.