Impianti antincendio: l’importanza di una corretta progettazione

59

Gli impianti antincendio devono essere progettati secondo elevati standard qualitativi, inoltre le fasi progettuali devono sempre rispettare norme precise e stabilite dalla legge italiana. Queste ultime sono quelle contenute nell’articolo 1 del Decreto Ministeriale 07/08/2012 e devono essere obbligatoriamente seguite al fine garantire la corretta efficienza dell’impianto di estinzione, al fine di offrire il giusto livello di sicurezza negli ambienti nei quali verrà collocato il sistema antincendio automatico.

Gli elementi fondamentali di ogni progetto dovranno dunque essere due, ovvero la relazione tecnica e gli elaborati grafici. La prima rappresenta un documento obbligatorio che deve contenere tutta una serie di riferimenti precisi. Dovrà infatti riportare ogni singolo elemento che permette di individuare i rischi d’incendio che sussistono in una data situazione, ad esempio eventuali sostanze chimiche utilizzate in determinate aziende, sistemi di lavorazione o macchinari utilizzati. Inoltre, dovranno essere descritte anche tutte le condizioni ambientali, sottolineando tutte le caratteristiche dello stabile in oggetto, il suo affollamento e, chiaramente, le vie di esodo.

Dunque, basandosi su queste informazioni dovrà essere redatta una valutazione qualitativa del reale rischio d’incendio e, sulla base di quest’ultima, dovranno essere chiarite tutte le misure di sicurezza preventive e il grado di protezione offerto dall’impianto antincendio automatizzato. Il tutto senza dimenticare le modalità in cui verrà gestita una possibile emergenza. Questi fattori andranno successivamente a influire sulle dimensioni delle condutture dell’acqua e ai calcoli necessari per realizzare un impianto pienamente efficiente e a norma di legge.

Diversamente, gli elaborati grafici, sempre nel rispetto delle normative in vigore, dovranno riportare tutte le planimetrie, realizzate in scala, dell’ambiente, i dati relativi alle distanze di sicurezza, delle risorse idriche disponibili e dell’accessibilità allo stabile. Inoltre, questi elaborati dovranno contenere anche tutti i sistemi di protezione nei confronti degli incendi.

In questo modo, la progettazione sarà stata realizzata in modo completo e interamente a norma di legge. Di conseguenza sarà possibile procedere e iniziare con la fase di installazione dell’impianto.

Le fasi di installazione di un impianto antincendio

A seguito di fasi progettuali così rigorose dovrà seguire un processo di installazione altrettanto attento al completo rispetto delle normative in vigore.

Infatti, un impianto antincendio può essere installato in ogni tipologia di struttura, dalle industrie chimiche a quelle tessili; dalle strutture alberghiere alle navi da crociera; dai grandi centri di distribuzione commerciale alle fabbriche di ogni tipo. Motivo per cui, ogni sistema dovrà essere in grado di prevedere e fronteggiare ogni pericolo d’incendio in moltissime situazioni diverse.

Infine, terminato il montaggio dell’intero impianto, seguirà la fase conclusiva: il collaudo finale. Di conseguenza, il sistema antincendio sarà avviato da personale esperto e qualificato per verificare che tutto funzioni regolarmente. Tuttavia, questa sarà solamente una delle verifiche a carico dell’impianto, in quanto saranno necessari interventi regolari di manutenzione e controllo.

Dunque, se si necessità di un’attenta fase progettuale e di un’installazione a regola d’arte di un sistema antincendio nelle province di Monza, Lodi e Milano, così come tutta la successiva manutenzione ordinaria e straordinaria, visitando il sito Antincendiomaster.it sarà possibile ottenere tutto il supporto necessario messo a disposizione da tecnici di settore altamente specializzati.

In conclusione è quindi possibile affermare quanto sia fondamentale affidarsi a personale qualificato al fine di realizzare un impianto antincendio nella propria attività imprenditoriale, di qualsiasi settore essa sia. Infatti, solamente rivolgendosi ad aziende di settore qualificate sarà possibile ottenere un progetto completo e un’installazione finale seguita da apposito collaudo capaci di rispettare pienamente le disposizioni di legge e di garantire l’efficienza del sistema stesso in caso d’incendio.