Tutte dietro l’Atalanta, dopo 5 giornate in Serie A c’è una Dea su cui scommettere

122

Chi tra i bookmakers sportivi avrebbe scommesso di trovare dopo 5 giornate, in vetta alla Serie A, una ex provinciale come l’Atalanta. Nessuno, nemmeno operatori affermati come 22bet, avevano pronosticato che la Dea bergamasca fosse capolista solitaria con 13 punti, 2 in più del duo Napoli – Milan, 3 di vantaggio sul trio Udinese – Roma – Torino e 4 sul duo Juventus – Inter. Classifiche totalmente stravolte. Nelle prime otto posizioni ci sono anche le rivelazioni Udinese e Torino mentre bianconeri e nerazzurri sono indietro, non solo in Italia ma anche in Europa. Scorrendo la classifica troviamo nona la Lazio con 8 punti e poi Salernitana, Fiorentina e Sassuolo a 6 punti. Chiude mestamente il Monza di Berlusconi con zero punti, il vero fallimento di questo inizio di campionato.

C’è quindi una Dea su cui scommettere. A Bergamo non ci si godeva il primo posto dal lontano 20 settembre 1964. L’Atalanta si trova in testa alla Serie A dopo 5 giornate con 13 punti frutto di 4 vittorie e un pareggio. La Dea ha espugnato la cenerentola Monza con un netto 2-0. Mister Gasperini gongola e si complimenta con Hojlund, andato in gol contro i monzesi. “Siamo stati convinti da subito, dai primissimi allenamenti. Hojlund ha caratteristiche molto buone per avere solo 19 anni, bisogna lavorare su di lui ma ha un futuro grandioso. È un ragazzo molto sveglio, spero di aiutarlo a crescere e dargli quelle indicazioni che possano renderlo sempre più di valore”.

L’Atalanta è riuscita ad inserire risorse importanti per Gasperini. L’allenatore ha deciso di rimanere in provincia, convinto di poter dare e ricevere ancora tanto dall’Atalanta. “Il merito è tutto di questi ragazzi ed è una cosa bella sia per noi che per la gente”. Gasp punta a rimanere in vetta “il più a lungo possibile. I tifosi possono godersi questo momento grandioso, ma noi sappiamo che lavoro dobbiamo fare ancora per le prossime sfide. Abbiamo variabili che stanno funzionando e dobbiamo continuare a crescere perché i margini ci sono con Hojlund, Soppy, Lookman e Ederson”.

Per l’Alatanta, domenica alle 12:30 contro la Cremonese, c’è da scommettere su una vittoria. Domenica Atalanta-Cremonese torna una partita di Serie A dopo 26 anni dall’ultima volta. La Cremonese dovrà compiere un miracolo per riuscire a strappare la prima vittoria nella Serie A 2022-2023. Gli uomini di Gianpiero Gasperini sembrano tornati ai fasti di un tempo. Hanno realizzato 9 gol e ne hanno subiti solo 2. E all’appello nella Dea manca la punta centrale, Zapata, fuori per almeno un mese. I nerazzurri puntano ad altri tre punti per blindare la prima posizione.

La Cremonese ha ottenuto il primo punto in campionato, nella gara interna contro il Sassuolo. Il calendario non sorride agli uomini di Massimilano Alvini. Dopo la sfida con l’Atalanta sarà il turno dei biancocelesti e poi il Napoli, nel mezzo la gara con il Lecce, che potrebbe rappresentare la prima sfida salvezza per la Cremonese. Una svolta è necessaria per non rischiare di compromettere fin da subito l’intera stagione. Contro l’Atalanta sarà missione impossibile…