Una balena di Ethereum NFT perde 150.000 dollari per un meme andato storto

113

Un collezionista di NFT ha piazzato un’offerta scherzosa di 100 ETH su un nome ENS ed è stata accettata prima che potesse cancellarla.

I nomi Ethereum Name Service (ENS) – in pratica, i nomi di dominio che puntano agli indirizzi dei portafogli di criptovalute – stanno guadagnando valore man mano che i nomi desiderabili venduti come NFT passano di mano. Oggi, però, un noto collezionista di NFT ha perso oltre 150.000 dollari di ETH dopo che un’offerta “scherzosa” su un nome ENS è stata effettivamente accettata.

Una scelta a dir poco imbarazzante

Il collezionista Franklin, pseudonimo, che possiede 57 preziosi NFT di Bored Ape Yacht Club, aveva registrato il nome ENS stop-doing-fake-bids-its-honestly-lame-my-guy.eth utilizzando un portafoglio Ethereum alternativo martedì, e poi oggi ha piazzato un’offerta di 100 WETH (Wrapped Ethereum) – che corrisponde a quasi 151.000 dollari in questo momento – su di esso utilizzando il suo portafoglio principale.

Il suo era uno scherzo, ha spiegato in un tweet, per far sì che il bot di Twitter ENS Bids lo twittasse, prendendosi gioco della stessa pratica. Oggi, tuttavia, Franklin ha venduto il dominio ENS a qualcun altro per poco meno di 1,9 ETH (2.880 dollari) e ha twittato per festeggiare il guadagno.

Tuttavia, ha dimenticato di cancellare l’offerta di 100 ETH che aveva piazzato dal suo altro portafoglio. Appena 15 minuti dopo la vendita, il nuovo proprietario del nome meme ENS ha accettato l’offerta e ha ricevuto i 100 ETH. Franklin ha riavuto il suo nome ENS scherzoso, ma ora è fuori di 100 ETH per l’intera situazione. Certo, anche non avere nft profit esperienza può portare a problemi del genere. Bisogna sempre stare molto attenti quando si organizza uno scherzo che coinvolge così tanti soldi.

“Oh no, ho perso 100 ETH”, ha twittato. “Stavo festeggiando la mia scherzosa vendita di un dominio, condividendo il bottino, ma in un sogno di avidità ho dimenticato di annullare la mia offerta di 100 ETH per ricomprarlo. Questo sarà lo scherzo e l’errore di borsa del secolo. Mi merito tutte le battute e le critiche”.

Uno scherzo diventato virale

In risposta ai sospetti di alcuni utenti di Twitter, secondo i quali sarebbe stato “imbottigliato”, ovvero che un programma automatico avrebbe accettato la sua offerta di 100 ETH prima che potesse annullarla, il giocatore ha ribattuto affermando che si è trattato di un suo errore.

Non sono stato “imbottigliato”. Avevo tutto il tempo per annullare la mia offerta, invece sono corso su Twitter”, ha scritto. “Ho anche rispedito i 1,9 WETH alla persona che li ha acquistati/rivolti a me. È un errore che non riesco a immaginare che qualcun altro si sforzi di fare”.

In un DM su Twitter, Franklin ha confermato la catena di eventi e ha commentato ulteriormente ciò che è successo alla fine.

“[Non] ho pensato alla mia offerta in sospeso”, ha detto a Decrypt. “Non ho pensato alla cancellazione o alla scadenza perché avevo già concluso all’inizio della giornata che non mi sarei mai trasferito. Ma poi ho visto dei segnali di dollari e ho agito di conseguenza”.

I tweet di Franklin sulla vendita sono diventati virali questo pomeriggio, mentre i commentatori di tutto il Twitter crittografico si sono espressi sul costoso passo falso.

“Dovete rispettare la blockchain come livello fiduciario e non andare in giro a fare offerte scherzose su cose, firmando 100 ETH dal vostro portafoglio”, ha scritto DCinvestor, investitore pseudonimo e collezionista di NFT. “Ogni volta che firmate qualcosa del genere, sentite la gravità della cosa. Mi dispiace per la perdita di Franklin, ma che sia di lezione per tutti”.