Ennesimo incidente sulla strada della morte Tirreno-Jonica

1095

Melicucco – Oggi pomeriggio nel territorio di Melicucco Provincia di Reggio Calabria, attraversato sul dorsante periferico dalla superstrada 682 SGC Tirreno-Jonica, al km 4,480, è avvenuto l’ennesimo incidente mortale. Oramai questa zona, questa tratta della superstrada è stata battezzata la “strada della morte”. Sempre nello stesso tratto si sono verificati spesso incidenti mortali, ho memoria di una giovane donna di Taurianova, due ragazzi di Melicucco, un signore di Polistena ect ect .Tra l’uscita di Melicucco e C.da Sanfili-Villa Rosa è avvenuto l’incidente mortale. Il bilancio è di un morto e tre feriti, uno ferito gravemente ed i sanitari del servizio d’urgenza del 118, viste le gravi condizioni del conducente, hanno chiamato l’elisoccorso ed hanno preferito trasportare il ferito in ospedale a Reggio Calabria. Lo scontro è avvenuto tra due autovetture, una W-Passat di grossa cilindrata ed una Fiat modello Uno. Il primo a perdere la vita è stato un uomo di 57 anni seduto lato passeggero nella Fiat Uno, Luciano Tripodi di Cittanova, di professione imbianchino, padre di tre figli, la quale come vedete dalle foto non ha più il motore, rimasto incastrato e distrutto scontrandosi col motore della W-Passat. Gli altri feriti sono stati trasportati in ambulanza al pronto soccorso dell’Ospedale di Polistena, le loro condizioni secondo i sanitari non destano preoccupazione. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti gli agenti della Polizia Stradale di Siderno i quali hanno effettuato i rilievi per determinare le cause dell’incidente, aiutati dai vigili del fuoco. La strada è rimasta chiusa in entrambe le direzioni con il traffico deviato nella cittadina di Melicucco, piombata nel caos di un traffico caotico, lento ma scorrevole, grazie ad alcuni cittadini che hanno anche spostato le loro macchine per far fluire meglio il passaggio dei tir, machine ed ambulanze. La superstrada è stata ripristinata dopo 4 ore circa dal personale dell’Anas. Rino Logiacco