Calabria . Ecco i vincitori del concorso “Araba Fenice”

235

Melicucco – Nel pomeriggio di domenica 1° maggio, si è concluso il Concorso di Poesia indetto dall’Ass. Culturale “la Fenice, con il patrocinio culturale di Wikipoesia.  Un concorso nel concorso, in quanto, oltre ad essere premiate dalla giuria con delle targhe 3 tra le poesie inviate dagli autori, tutte le opere poi, sono state esposte in una sala per essere votate dai visitatori, quindi sono state premiate dal pubblico 3 poesie tra le più votate con delle medaglie. Attestati per tutti i partecipanti, diplomi e menzioni d’onore. Il Presidente Rosario Logiacco, dell’Ass. Culturale “La Fenice” con sede a Melicucco RC, ha letto ai presenti nella sala, ubicata in Via A.Gramsci, dove erano esposte le opere degli autori che hanno partecipato al Concorso di Poesia “Araba Fenice” I° edizione  il nome dei Vincitori delle due sessioni, ovvero posto Melinda Miceli, posto Gianluca Gori, posto Maria Colella, classifica decretata dalla giuria composta da; Antonio Nesci giornalista e direttore de laprimapagina.it  in qualità di Presidente, Isabella Sgrò professoressa di lettere, Piero Catalano giornalista, Michelangelo Boeti libero professionista, Iannone Francesco sindacalista, Antonio Paratore Fondatore Melicucco Story. Hanno partecipato al concorso; Francesco Fiore (Calabria), Theocaris Stilos (Grecia), Melinda Miceli (Sicilia), Gianluca Gori (Toscana), Antonio de Lieto (Sicilia), Andrea Roswitha (Germania), Mattia Fera (Calabria), Santus Anacleta (Sardegna), Maria Colella (Calabria), e fuori concorso Rino Logiacco “The Jacket” (Calabria). Attestati di partecipazioni per tutti i partecipanti, diplomi e menzioni stampate da Cartofantasy.  3 poeti sono stati scelti dalla giuria e si sono aggiudicati le targhe in argento realizzate dal M° Orafo Patrizio Papasidero di Melicucco. Inoltre la giuria ha assegnato un attestato di merito all’artista Melinda Miceli con la seguente motivazione: la sua opera letteraria ed interpretazione poetica ci trascina in un vortice dantesco, magico e carico di antiche emozioni. Un attestato di merito è stato assegnato anche al Presidente dell’Ass. per la sua Attività Culturale Umanistica. Inoltre la giuria ha assegnato degli attestati di opere segnalate con “Menzione d’Onore” . 1° classificato Rino Logiacco (The Jacket) con l’0pera “Tempesta Improvvisa”, Opera che racconta in versi l’arrivo silenzioso, mortale e tragico del virus e le doti spirituali della donna, una poesia che esalta la figura femminile come Dea (strega incantatrice), forza e vita, e la esorta a risorgere a nuova vita. 2° classificata Maria Colella con l’opera “Ai fratelli caduti di Nassirya”, l’opera racconta in versi la missione d’amore, l’amore verso il prossimo, l’amore per il dovere, l’amore per la patria anche a costo della vita. 3° classificato Theocharis Stilos con l’opera “il Nonno”, racconta in versi il rimpianto di quel nonno che ha dedicato la vita ai suoi cari, ora piange tra i ricordi ed i suoi dolori. Ex equo al 3° posto Mattia Fera, l’opera racconta in versi un pensiero di chi non c’è più ed esorta, a chi lo ha conosciuto, di pensarlo nella cosmicità che lo circonda. I primi tre votati dal pubblico sono stati; Theocharis Stilos con “il nonno”, Antonio De Lieto con “Amore Infinito”, Mattia Fera con “Pensatemi”, a loro vanno le medaglie offerte da Maurizio Carè della Global Sport Italia. Il Presidente dell’Associazione ha letto la citazione sui tre vincitori che la giuria di esperti ha decretato. Sull’opera di Melinda Miceli “Ode a Virgilio la duplice porta”, una poesia tratta dall’antologia poetica internazionale dove Lei riesce a sondare l’orizzonte della interpretazione significativa della Divina Commedia attraverso una magica realtà che pone la scrittrice, saggista e romanziera, nonché critico d’arte letterario tra le maggiori interpreti di poesia dantesca contemporanea. La dott.sa Melinda Miceli è stata definita dalla critica mistica ed esoterica, ormai è una icona della nobile scrittura. Ci sorprende e ci emoziona con i suoi versi, una poesia che ha meritato pubblicazioni anche a livello internazionale. La Poesia “Io ti sento” di Gian Luca Gori, crea intense emozioni dove si odono le vibrazioni dei sensi, una lirica piacevole con una espressione poetica dove l’amore trionfa con una materializzazione di immagini, con un velo di mistero nascosto nella trama. Ci trascina nei frammenti di poesia amorosa malinconica e nostalgica. La poesia di Maria Colella “Ai fratelli caduti a Nassirya” è intensa, dove i ricordi e le emozioni vibrano fin dentro al cuore. Una lirica piacevole ma colma di immagini cariche di amore e drammaticità. L’opera racconta in versi una missione di pace. Una missione dove il dovere e l’amore per la patria trionfa a costo della propria vita. Presenti alla premiazione Mattia Fera di Melicucco, mentre gli altri autori, assenti chi per motivi familiari e chi per la lontananza territoriale, riceveranno i premi a casa come da regolamento. La giuria che ha assegnato le prime 3 targhe, ha anche voluto assegnare una targa alla poesia fuori concorso, come opera segnalata, dal titolo “Tempesta Improvvisa” del poeta Rino Logiacco conosciuto con lo pseudonimo “The Jacket”. L’Associazione Culturale ringrazia tutti i partecipanti ed a coloro che hanno sostenuto l’iniziativa con il loro patrocinio culturale ed il presidente in primis per l’impegno ed il tempo che ha dedicato con l’augurio che possano esserci negli anni altre edizioni sempre più partecipate.

Rino Logiacco