L’attentato nella metropolitana a Brooklyn scuote il Mondo

327

Dopo pandemia e guerra, tornano gli attentati. Sotto attacco la metropolitana a Brooklyn, a New York City. Alle 14.30 ora italiana un attentato ha scosso gli States. I feriti sono almeno 13, di cui 7 sarebbero colpiti da proiettili, secondo quanto riportato dall’Associated Press.

Ad essere sospettato un soggetto munito di maschera antigas e un giubbino arancione catarifrangente. Alcuni testimoni citati dal New York Post riferiscono che l’attentatore era a bordo della metro. L’attentatore avrebbe lanciato un fumogeno dentro la carrozza per poi aprire il fuoco. Ci sarebbero feriti tra i passeggeri di due diversi vagoni.

La notizia è stata data dal Dipartimento dei vigili del fuoco di New York, intervenuto dopo la segnalazione della presenza di fumo nella stazione della 36th Street a Sunset Park, dove si incrociano le linee D, N e R. Manhattan è a un quarto d’ora di distanza.

Sul luogo, secondo quanto comunicato dalla polizia di New York, non sono stati trovati “esplosivi attivi”. Il portavoce del sindaco di New York, Fabien Levy, ha detto che diversi fumogeni sono stati trovati sul luogo dell’attacco. I treni della metropolitana sono stati fermati. Il dipartimento per l’Istruzione ha fatto sapere che in seguito all’attacco, tutte le scuole della zona di Brooklyn sono state messe in stato di allerta, con l’ordine di “shelter in” (nessuno può lasciare l’edificio). Il sindaco Eric Adams è in contatto con le forze dell’ordine e sta seguendo da vicino la situazione. Anche il presidente Joe Biden è stato informato.