La parrocchia di Torre di Fine fa i conti con il caro bolletta: l’appello di don Mirco

786

Imprese, famiglie e anche parrocchie. Tutti devono fare i conti con il caro bolletta. La piccola parrocchia di Torre di Fine ad Eraclea (Venezia) ha dovuto fare appello ai parrocchiani. Don Mirco Pasini ha ricevuto una bolletta di quasi 3 mila euro per il riscaldamento di chiesa, canonica e patronato. Così il don ha pubblicato su Facebook la foto della bolletta e accanto il codice Iban. “Oltre a tutti i pensieri, anche questi… Se hai qualche soldino in più, ti ringrazio. Allego Iban (quello della parrocchia ndr)”.

Il conto è salato: 2.745 euro, più che triplicato rispetto all’anno scorso in questo periodo, come ha raccontato don Mirco al Corriere del Veneto. “La stessa bolletta di questi tempi barcollava tra i 400 e i 700 euro. Poi nei mesi scorsi siamo passati a 1.800, adesso rasentiamo i 3mila. Una parrocchia piccola come la mia non ce la fa”.

Don Mirco è solo uno dei tanti parroci alle prese con il caro bolletta. Ad Eraclea inoltre ci sono le spese per il restauro del campanile, ben 24 mila euro. Il parroco è speranzoso, i parrocchiani risponderanno all’appello.