Incidenti domestici: i guasti elettrici più pericolosi in casa

552

Le nostre case sono potenzialmente esposte a una vasta gamma di rischi che hanno a che fare con la sicurezza elettrica. Si tratta, comunque, di rischi che si possono ridurre o annullare con una buona dose di consapevolezza e con l’adozione delle giuste precauzioni, possibilmente consigliate da un elettricista che abbia la necessaria esperienza nel settore. È importante, per esempio, essere consci di quanto sia fondamentale poter contare su un quadro elettrico di alta qualità e che rispetti gli standard di sicurezza previsti dalle norme in vigore. I pericoli con cui si può avere a che fare derivano, tra l’altro, dal surriscaldamento dei cavi o dei fili, dalla presenza di prolunghe o da un apparecchio sfilacciato.

I problemi del quadro elettrico

Se il quadro elettrico non funziona come dovrebbe, crescono le probabilità di dover fare i conti con conseguenze anche gravi: guasti ad arco e sovratensioni, per esempio, se non addirittura incendi. Questa è la ragione per la quale sarebbe auspicabile rinunciare ai lavori fai da te, preferendo la professionalità e l’esperienza di un abile elettricista che si occupi di tutti i collegamenti elettrici presenti in casa. Come è facile intuire, il rischio di incidenti elettrici cresce sensibilmente in presenza di cavi elettrici corrosi, incrinati, usurati o danneggiati. Di conseguenza, è buona norma rivolgersi a un elettricista per provvedere a regolari verifiche del quadro elettrico che ne garantiscano la sicurezza. Qualora ci si imbatta in cavi difettosi o vecchi, è opportuno rimpiazzarli. Nel novero dei pericoli a cui si deve prestare attenzione ci sono anche interruttori, prese elettriche o collegamenti impropri o allentati. A volte può succedere anche che l’isolamento del filo sia forato o pizzicato: è ciò che succede, per esempio, quando una prolunga viene schiacciata da una gamba di una sedia. In generale, l’isolamento di un filo si può incrinare anche per altre ragioni, come una piegatura, la corrosione, l’età o il calore. Infine, quando ci si rende conto che alcuni fili elettrici appaiono come masticati, è bene accertarsi che non ci siano dei roditori nei dintorni.

Come trovare il professionista giusto

Ma a chi ci si può rivolgere in caso di necessità correlate agli impianti elettrici della propria casa? Basta navigare sul sito elettricista-a-milano.it  per essere certi di entrare in contatto con professionisti del settore di comprovata esperienza. Il team di Elettricista Milano è operativo sia in città che in provincia, garantendo interventi tempestivi e di qualità a prezzi convenienti. Da Incirano a Buccinasco, da Settimo Milanese a Liscate, da Cassano d’Adda a Trezzano Rosa, in qualunque zona di Milano o hinterland si viva è possibile usufruire del servizio di assistenza fornito da questa solida realtà, sinonimo di qualità e affidabilità.

Gli altri rischi in casa

Ma torniamo all’analisi dei rischi che si possono correre in casa per colpa dell’elettricità e di comportamenti non adeguati. Per esempio, una particolare attenzione deve essere riservata alle prese elettriche che vengono posizionate negli ambienti umici, come la cucina e il bagno. Ebbene, occorre fare in modo che esse vengano installate a debita distanza rispetto alle fonti di acqua: come noto, l’acqua è un conduttore di elettricità, e dunque potenzialmente foriera di scosse elettriche. Se si è nella vasca da bagno non bisogna mai usare dispositivi elettronici o collegati all’elettricità: né il fon, né la radio, né il telefono. Lo stesso dicasi quando il pavimento è bagnato. Per lo stesso motivo, se si hanno le mani bagnate non bisogna toccare gli apparecchi elettrici, per non incappare in una scossa elettrica. Gli elettrodomestici devono essere tenuti a debita distanza dai rubinetti, dalla doccia, dalla vasca da bagno e dal lavandino.

I bambini in casa

Come è noto, i bambini piccoli possono mettersi nei guari per colpa dell’elettricità. Le prese elettriche, di conseguenza, non devono essere alla loro altezza. Per essere ancora più sicuri può essere consigliabile applicare dei copripresa. Ogni presa non adeguatamente protetta può essere causa di danni importanti. Per quel che riguarda i cavi di prolunga, infine, essi vanno posizionati nei punti più sicuri, dove ci sono meno probabilità che provochino incidenti. Le prese non utilizzate, invece, vanno coperte con delle chiusure per prese realizzate in plastica.