Torino. Seconda variazione di Bilancio: oltre trenta milioni per il PUMS

428

Il Consiglio comunale di Torino ha approvato oggi pomeriggio con ventitré voti favorevoli e tre astenuti la seconda variazione al Bilancio di previsione finanziario 2021/2023. Come ha spiegato l’assessore Sergio Rolando durante la presentazione del provvedimento sono iscritte nella parte corrente del Bilancio della Città le seguenti partite finanziarie:
– il contributo dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile per il ristoro delle perdite alle imprese di trasporto scolastico dovute all’emergenza Covid per 470.000 euro;
– il contributo del Ministero dell’Interno relativo alle indennità di ordine pubblico per euro 150.000 (emergenza Covid);
– il trasferimento dalle Fondazioni bancarie di 277.000 euro per attività educative e innovative scolastiche volte all’inclusione e la disabilità;
– il nuovo progetto “Campus diffuso” a fronte della convenzione quadro siglata dalla Città con l’Università di Torino, Politecnico di Torino ed Edisu per un importo di euro 180.000 con l’individuazione di spazi diffusi di servizio per studenti universitari.

Sono iscritte le quote accertate di due eredità ricevute dalla Città e destinate per 300.000 euro al canile municipale e per 90.000 euro alla biblioteca musicale, per l’acquisto di partiture ed esecuzioni musicali registrate. Viene inserito in conto capitale un contributo di euro 30.863.027 euro, suddiviso nelle annualità 2021/2022, per il finanziamento di progetti di mobilità sostenibile coerenti con i piani Urbani della Mobilità Sostenibile (PUMS) nella filiera dei mezzi di trasporto su gomma. Il contributo sarà trasferito a GTT S.p.A.

Sono infine aggiornati i cronoprogrammi 2021/2023 alle effettive tempistiche di erogazione delle risorse ministeriali relativi al prolungamento e al potenziamento della linea 1 della Metropolitana e alla fornitura di nuove motrici tranviarie.