Rende. Frate positivo nella Parrocchia Sant’Antonio – Commenda: sabato 22 maggio riprendono le celebrazioni

485

La Parrocchia Sant’Antonio – Commenda di Rende (CS), in una nota, informa i fedeli sulla situazione venutasi a creare a seguito della positività di un frate. Ecco la lettera integrale postata sui social.

Carissimi fratelli e carissime sorelle, il Signore vi dia pace!
Vi raggiungo per spiegarvi, meglio che posso, quello che sta succedendo in questi giorni nella fraternità dei frati che servono le comunità parrocchiali di Sant’Antonio in Rende e di San Francesco d’Assisi in Cosenza.
Giorno 18 maggio u.s. un nostro confratello ha mostrato sintomi influenzali che ci hanno spinto a verificare, mediante tampone rapido, se ci fosse la presenza del Covid-19; il tampone ha rilevato la positività al virus. Da quel momento abbiamo fatto tutti i passaggi necessari per la verifica della positività attraverso un tampone molecolare, eseguito dai medici dell’USCA di Rende. La positività è stata confermata ed è scattata per il frate positivo l’isolamento nella sua stanza (già iniziata dopo il primo tampone) e per gli altri frati la quarantena fino a sabato 29 maggio, data nella quale effettueremo tutti un tampone molecolare.
Da mercoledì 19 a venerdì 21 maggio abbiamo ritenuto opportuno chiudere la chiesa di sant’Antonio per un’opportuna sanificazione dei locali.
Ora, considerando da una parte la necessità di continuare a garantire la vita liturgica della Parrocchia e dall’altra il lungo tempo di chiusura a cui sono stati sottoposti i frati coinvolti, in accordo con i medici dell’USCA, siamo arrivati a questa soluzione:
 la chiesa verrà riaperta da sabato 22 Maggio per la preghiera personale e le celebrazioni
 tutte le celebrazioni eucaristiche saranno presiedute da frati e preti provenienti da fuori e immuni da ogni rischio di contagio. Durante la celebrazione sarà presente sull’altare il solo sacerdote.
 la prima celebrazione sarà quella di sabato 22 maggio alle ore 19.00. Da domenica 23 maggio le messe festive e feriali seguiranno il solito orario.
 i frati in quarantena e in isolamento non avranno nessun accesso in chiesa e nei locali che interessano la sacrestia e l’ufficio parrocchiale
 i fedeli potranno accedere all’ufficio parrocchiale, passando unicamente dalla chiesa, durante i soliti orari: 9-12 e 16-19. I servizi dell’ufficio parrocchiale saranno svolti dai collaboratori laici che hanno opportunamente verificato la propria immunità dal virus.
 ai fedeli non sarà possibile accedere al cortile e al parco giochi per nessun motivo, lungo tutto il periodo di quarantena dei frati.
Vi chiediamo scusa di questo disagio e ci affidiamo alle vostre preghiere affinché il Signore ci faccia cogliere e accogliere ogni grazia dentro questa nuova prova vissuta in comunione con tante persone e famiglie che come noi, prima di noi e più di noi sperimentano le conseguenze dell’ingresso del virus nella propria “casa”.
Il Signore vi Benedica!
Fr. Luigi e la fraternità