Di cenere e di carne: un paranormal romance a tinte storiche

415

“Di cenere e di carne” di Laura Vegliamore è un paranormal romance a tinte storiche, caratterizzato da una scrittura evocativa e da un ritmo incalzante. È una storia malinconica e amara, dall’anima gotica, in cui si racconta di passioni totalizzanti che possono tramutarsi in follia, oppure possono proiettare gli amanti al di fuori del tempo e dello spazio, in un ciclo senza fine di amore e morte, di unione e separazione. Laura Vegliamore narra una vicenda misteriosa ambientata in un palazzo storico imponente e immenso, pieno di passaggi segreti e sospeso in un’atmosfera decadente. Intrecciando presente e passato, l’autrice racconta la storia di quattro personaggi – Thomas, Lucrezia, Elias e Anouk – focalizzando l’attenzione principalmente sul punto di vista dei primi due: la vicenda di Thomas si svolge ai giorni nostri, mentre quella di Lucrezia si snoda in un tempo passato, presumibilmente non più tardi della fine dell’Ottocento; ad unire i destini dei due personaggi è l’oscuro palazzo, sede di omicidi, superstizioni, amori contrastati e gelosie fatali. Mentre Thomas lotta per liberarsi da sogni troppo vividi in cui il fuoco brucia la sua carne, e da ricordi di un’altra vita che si confonde con la sua e che non gli permette di vivere a pieno la sua esistenza, Lucrezia si abbandona a un amore impossibile con Elias, un’anima dannata dagli occhi «brucianti e insensatamente disperati» – un mostro a detta di alcuni – che incatena il suo cuore al tormento e all’estasi.

In questo enigmatico e affascinante romanzo trova spazio anche l’amore per la lettura e per la scrittura, che creano connessioni magiche e indissolubili tra i personaggi, così come l’ambiente della biblioteca, «quel limbo di carta e polvere, di legno e inchiostro», diventa il luogo in cui si incontrano le loro anime in cerca della pace e del perdono. L’autrice racconta le drammatiche storie di Thomas e Anouk e di Lucrezia ed Elias in parallelo, per poi fonderle in un epilogo struggente, che parla della potenza di un amore che riesce a superare i vincoli del tempo, in un eterno ritrovarsi, in un eterno perdersi.

Laura Vegliamore è nata a Roma nel 1989. Dopo essersi diplomata in recitazione all’Accademia Internazionale di Teatro si è trasferita a Parigi dove ha vissuto per tre anni, lavorando come agente museale. Appassionata di storia e luoghi antichi, lettrice devota fin dall’infanzia, ha sempre adorato scrivere e, una volta tornata in Italia, si è decisa a dedicarsi a questa passione anima e corpo. Già autrice del romance storico “Terraferma” (Dri Editore, 2020), per Words Edizioni pubblica i romanzi “Novembre” (2020) e “Di cenere e di carne” (2021).