Bassetti: misure generalizzate sono una stupidaggine, serve un maggior controllo del territorio

404

In Italia c’è anche chi espone un pensiero differente. Un punto di vista qualificato e non mirato a prendere tempo senza affrontare i problemi. Matteo Bassetti è la voce della verità, quella verità che seppur scomoda è pur sempre vera!.

“Stiamo sbagliando tutto e a questo punto non so dove saremo nei prossimi 6 mesi. L’Italia in zona rossa in questo momento non servirà ad aumentare le vaccinazioni, chiudere alcuni giorni e poi riaprire non è la soluzione. Mentre si doveva lanciare una Pasqua di vaccinazioni a tamburo battente anche nei giorni di festa. Sono sempre convinto che misure generalizzate sono una stupidaggine, vanno fatte misure su base locale e provinciale dove gli indicatori sono in crescita. Ma soprattutto serve un maggior controllo del territorio per far rispettare le regole”. Ad affermarlo è il direttore della Clinica di malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova e componente dell’Unità di crisi Covid-19 della Liguria.

“In Italia stiamo facendo una comunicazione sbagliata sulle varianti” accusa Bassetti. “Ci facciamo del male da soli. Gli inglesi che erano pieni di varianti ma ne sono usciti vaccinando. Noi in Italia pensiamo di rispondere alle varianti con il lockdown e diciamo che i vaccini uccidono. È un atteggiamento sbagliato”.