Conte torna ma da parlamentare: sarà candidato alle suppletive di Siena

286

Giuseppe Conte si assicura un posto in Parlamento. Infatti sarà candidato alle elezioni suppletive della Camera, nel collegio uninominale di Siena, per il seggio lasciato vacante dall’ex ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, che si è dimesso da deputato del Pd a novembre scorso dopo essere stato eletto presidente di Unicredit. La data per il voto non c’è. Toccherà a Mario Draghi indicarla. Anche se lo stesso Conte aveva fissato le urne aperte entro il 31 marzo. Dopo essere stato due volte premier, l’avvocato del Popolo si prepara a diventare onorevole.

Il collegio 12 della Toscana (Siena e 35 Comuni del circondario) è abbordabile. Conte ne ha parlato con Di Maio e Grillo, poi ha sottoposto la questione a Goffredo Bettini, che l’ha girata alla segreteria del Pd. A Conte era stato proposto il posto di Virginia Raggi ma il Professore ha preferito la Camera dei Deputati.

Con Conte candidato, le suppletive senesi sono destinate a scalzare dalla leggenda quelle del Mugello del novembre 1997, che portarono per la prima volta in Parlamento il più illustre senza carica dell’epoca, Antonio Di Pietro. L’ex pm di Mani Pulite, nonostante la concorrenza a sinistra del giornalista Sandro Curzi, sconfisse Giuliano Ferrara. Rimarrà da capire se Salvini e Berlusconi troveranno un candidato all’altezza da opporgli, se Renzi presenterà un suo candidato di disturbo. Conte sarà sostenuto, oltre che da M5S e Pd, anche da Leu. Ed è possibile che sulla scheda, accanto al suo nome, appaia per la prima volta il simbolo dell’Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile, embrione della coalizione comune giallorossa.