Serie A decima giornata continua il calvario delle sconfitte del Crotone anche contro il Napoli

264

Crotone   0

Napoli     4

Marcatori: Insigne 30°, Lozano 57°, Mertens 75°, Petagna 90°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Cuomo, Marrone, Luperto, Pereira (Enrique), Benali (Vulic), Petruccione, Molina, Reca, Messias, Simy (Dragus). All. Stroppa

Napoli (4-2-3-1): Ospina, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly (Maksimovic), Mario Rui, Demme, Bakoyoko (Politano), Lozano (Lobotka), Zielinski (Mertens), Insigne (Elmas), Petagna.

All. Gattuso

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli

Assistenti: Costanzo – Rossi L.

Quarto giudice bordo campo: Luca Massimi di Termoli

Addetti Var: Nasca – De Giovane

Ammoniti: Koulibaly, Cuomo, Pereira, Reca, Lobotka, Politano

Espulso: Petriccione 49°

Angoli: 4 a 2 per il Crotone

Recupero: 1 e 3 minuti.

Giove Pluvio non intende allontanarsi dalla Città di Pitagora e anche in occasione della decima giornata ha deciso di fare disputare l’incontro su un terreno inzuppato d’acqua. Partita disputata quasi interamente sotto la pioggia.

Calcio d’avvio da parte del Napoli che si procura subito una buona occasione al primo minuto con Petagna che da fuori area calcia il

Il pallone fuori. Al Crotone manca il tiratore da fuori area, con gli attaccanti cerca sempre di arrivare nei pressi di Ospina per effettuare il tiro e questo ha facilitato il compito dei difensori. Gli ospiti poco pericolosi con Insigne e Petagna per il buon lavoro della difesa locale. Cuomo, Marrone e Luperto tengono a bada Zielinski, Petagna e Insigne. Prima tiro del Crotone al ventesimo minuto con Messias che manda il pallone oltre la traversa.

Simy completamente assente nelle giocate di una certa pericolosità. Evidenzia stanchezza fisica e poco lucidità nei pressi dell’area avversaria. Qualche giornata di riposo gli farebbe bene.  Capolavoro di Cordaz al ventitreesimo minuto quando respinge da distanza ravvicinata un tiro di Petagna. Il gol a favore della squadra di Gattuso arriva al trentesimo minuto. Dal lato sinistro, Insigne effettua un tiro da bomber nazionale e porta in vantaggio la sua squadra. Fuori Benali, il giocatore è calato nell’intensità del gioco con il passare dei minuti, sostituito da Vulic. Al minuto trentasei il neo entrato ha la possibilità di pareggiare il risultato ma trova pronto Ospina alla respinta. Inizia a farsi notare la maggiore qualità del Napoli con I difensori Di Lorenzo, Manolas, Kulibaly e con i tre centrocampisti Demme, Bakayoko, Mario Rui. L’espulsione di Petriccione ad inizio ripresa complica ancora di più la possibilità del Crotone di agguantare il pareggio. Arriva invece il secondo gol degli azzurri con Lozano dopo l’assist di Insigne dalla fascia destra. Tanto Napoli e Crotone in balia dei più quotati avversari. L’ingresso di Mertens al posto di Zielinski aumenta il potenziale offensivo degli ospiti che trovano il terzo gol con Demme (settantacinquesimo) dopo aver ricevuto l’assist proprio da Mertens. Non c’è più partita fino al novantatreesimo, quando Petagna mette dentro il quarto gol per la sua squadra. Il Crotone sempre più solo dopo dieci partite e le quaterne dei gol subiti in una sola partita sono tante.       

Il Crotone non ce l’ha fatta a conquistare il primo successo stagionale contro il forte Napoli. I tre punti non sono arrivati a spese di una squadra sempre vincente contro gli Squali nelle precedenti quattro sfide di serie A. Tale viatico negativo continua ancora. Successo che il Crotone non meritava di conquistarlo. Contro il Napoli un primo tempo discreto e null’altro. Le  sbavatura difensiva ed a centrocampo, che nel corso di una partita capitano, sono state ingigantite e questo ha creato tanti problemi a  Cordaz. Poche sostituzioni rispetto alla precedente formazione da parte del tecnico di casa nonostante la disponibilità di quasi tutti gli effettivi (indisponibili soltanto Rispoli e Cigarini). Le novità hanno riguardato Cuomo terzino destro in sostituzione di Magallan, e Benali per Vulic.

Il tecnico ospite in considerazione degli incontri ravvicinati di campionato e Europa League, ha lasciato fuori alcuni uomini impegnati giovedì contro l’AZ ed ha privilegiato gli otto/undicesimi che nella precedente giornata hanno sconfitto (4-0) la Roma. Fuori il portiere Meret, l’attaccante Mertens, e il centrocampista F. Ruiz sostituiti rispettivamente da Ospina, Petagna, Manolas. Cambio anche del modulo con tre attaccanti: Zielinski e Insigne ai lati di Petagna. Il Napoli continua a salire in classifica, il Crotone da stasera, insieme alla società, deve pensare a cosa fare da “grande”.