Love Ghost: il singolo “Beautiful crime”

257

Un piccolo capolavoro di poco più di due minuti e mezzo, ecco cos’è il nuovo singolo dei Love Ghost.

La band californiana, oltre ad un riconosciuto buon mestiere, mette qui in mostra anche un’ispirazione genuina, figlia di un evidente e grandissimo attaccamento alla musica.

La ballad vince e convince in ogni sua parte: concisa, strutturata benissimo, non perde mai di intensità, ma anzi si evolve in un climax che non smette mai di ascendere.

Ascende e accende, progressivamente, la sezione strumentale, che all’inizio apre con atmosfere ancora una volta vicine ai voli lisergici di John 5, mentre il cantato rivela subito la sua incisività melodica.

Era facile qui, per una band che ha radici profonde nell’hip-hop, con uno strumentale così adatto sotto, cadere nella tentazione del “freestyle”, dell’esercizio di stile, ma i Love Ghost stupiscono; rimangono su quel cantato di rara forza, e ci trascinano in questo abisso insieme a loro, facendocene innamorare a nostra volta.

Il finale è una esplosione intima, il faccia a faccia con il fantasma, col padrone di casa, e forse avrebbe funzionato ancora meglio se non avesse sofferto un po’ di “iper-compressione” nella fase di produzione.

Una perla, a firma di una band che sa come scrivere musica, che sa come scriversi in musica. Noi ve li raccomandiamo decisamente, ancora di più dopo “Beautiful Crime”.

Link streaming Spotify: https://open.spotify.com/album/0vP4ya2MCyQp1YnOIcI5bM