Silver Economy a Pavia: nuove opportunità di sviluppo

3981

La cosiddetta “Silver Economy” si riferisce all’insieme delle attività economiche volte a produrre beni e servizi esplicitamente dedicati agli anziani. Nell’ambito della silver economy è possibile trovare una grande varietà di offerte: domotica, ausili per disabilità, montascale, telesoccorso, servizi di trasporto, servizi di assistenza.

I recenti studi demografici offrono una prospettiva sempre più evidente: la popolazione europea tende ad invecchiare, e quella italiana anche in misura maggiore. Oggi la quota degli over 65 ammonta a circa un quarto della popolazione, ma si stima che entro il 2050 gli anziani saranno oltre il 34% del totale degli italiani.

Come si può intuire il progressivo invecchiamento della popolazione farà aumentare drasticamente la domanda di beni e servizi assistenziali. La nuova situazione pone al tempo stesso problemi ed opportunità. Lo stato italiano fatica a far fronte ad una tale impennata di domanda di assistenza e sceglie di aprire al mondo dei privati, ad esempio attraverso la creazione di strutture come le case famiglia per anziani.

Esistono diverse tipologie di strutture per anziani (RSA, residenze protette, case di riposo, centri diurni, ecc). La case famiglia per anziani sono piccole strutture che accolgono un numero limitato di anziani autosufficienti, e che non richiedono la presenza fissa di personale medico. Possono ospitare anziani per periodi brevi o per soggiorni prolungati. Queste strutture sono esplicitamente pensate per semplificare la vita degli anziani perché offrono numerosi servizi come ristorazione, lavanderia, parrucchiere ed estetista in sede, attività ricreative, ecc).

La provincia di Pavia ha saputo cogliere le occasioni e negli ultimi anni ha registrato la nascita di decine di strutture di questo tipo, diventando un punto di riferimento per gran parte del Nord Italia. Come spiegare questo successo? Prima di tutto grazie alla posizione geografica. Pavia e l’Oltrepò Pavese sono facilmente raggiungibili da Milano, in secondo luogo il costo degli immobili è nettamente più basso rispetto ad analoghe residenze milanesi. Ciò permette alle case famiglia pavesi di offrire un eccellente qualità a prezzi sensibilmente più bassi, attraendo ospiti dal capoluogo lombardo, ma anche dalle provincie limitrofe Piacenza, Alessandria, Lodi.

Per comprendere meglio la situazione abbiamo parlato con Alessandro Bonafiglia, titolare di Borgo Virginia, splendida residenza anziani a Rocca Susella (PV). “Grazie a strutture moderne e curate siamo in grado di rispondere anche alla domanda assistenziale di Milano. Offriamo un soggiorno tranquillo e protetto, facciamo sentire l’anziano come a casa e lo supportiamo in modo costante attraverso uno staff attento e premuroso. Grazie alla costante attenzione all’ospite riusciamo a costruire il suo benessere, e trasmettiamo serenità anche ai famigliari. “

La nascita delle case famiglia per anziani rappresenta un’opportunità anche in chiave economica. La presenza di queste strutture favorisce lo sviluppo del territorio e la nascita di altre attività per completare l’offerta di servizi. Se, da un lato, i privati hanno colto le occasioni, dall’altro sarebbe utile che la Pubblica Amministrazione assumesse un ruolo di coordinamento e regia, creando le condizioni per un ulteriore sviluppo del settore della Silver Economy. Un altro aspetto su cui lavorare è quello di garantire alti standard qualitativi in ogni singola struttura: potrebbe essere una chiave rilevante per costruire un’eccellenza a livello nazionale.

È chiaro che i tempi sono maturi per fare alcune riflessioni e comprendere che il settore della Silver Economy può diventare strategico per alcune aree territoriali. Pavia ha saputo rispondere all’appello ed ora ha gettato le fondamenta per ulteriori opportunità di sviluppo.