Come scegliere un’impastatrice per il pane

465

Da sempre il pane è considerato un bene di primissima necessità, sempre presente nelle nostre tavole per accompagnare gli antipasti o i secondi piatti. L’importanza di questo alimento si nota dal fatto che, nonostante il tempo che abbiamo a disposizione è sempre meno per via dei nostri impegni lavorativi, sempre più spesso ci ritagliamo un momento per produrre in casa del buon pane.

Così, anziché acquistarlo al panificio o al supermercato, ci si attrezza con farine e lieviti per panificare nella propria cucina. Gli ingredienti sono davvero basilari: farina, lievito, acqua e sale sono infatti tutto quello che ci vuole per dare vita a questo splendido alimento. Non si può dire che sia altrettanto basilare il metodo di lavorazione: per fare il pane occorre una certa manualità e forza, che consentono di sviluppare correttamente il glutine ed ottenere così un prodotto straordinario. Per fare questo viene in tuo soccorso l’impastatrice planetaria, elettrodomestico utilissimo soprattutto per questo genere di impasti, le cui caratteristiche trovi ben spiegate sul sito https://impastatriceplanetariaclick.com/.

Vediamo quindi quali sono le caratteristiche principali da ricercare quando si necessita di una impastatrice per il pane.

I modelli

Sul mercato esistono centinaia di modelli di impastatrici planetarie, ma se hai deciso che con la tua planetaria realizzerai solo impasti lievitati (ad esempio pane e pizza) allora il consiglio è quello di rivolgerti ad una impastatrice planetaria che abbia solo il gancio e che non sia smontabile. Le impastatrici di questo genere sono infatti create appositamente e tendono a surriscaldarsi molto meno quando hanno a che fare con un impasto piuttosto tenace come quello del pane e della pizza. Certo, dovrai rinunciare a poter anche amalgamare o montare, cosa che si può fare con altri modelli che hanno in dotazione altre fruste, ma per lo meno sarai certa di ottenere un pane perfetto anche in casa!

L’utilizzo

Dall’utilizzo che intendi farne dipende invece la capienza che devi ricercare. Se vivi in un nucleo familiare ristretto o il consumo di pane per componente è ridotto, allora le classiche planetarie che ammettono fino a 500 gr di impasto possono andare bene. Se al contrario la tua famiglia conta dai 3 componenti in su oppure il consumo di pane è importante e hai bisogno di realizzare impasti più grandi, allora punta sulle planetarie che hanno una capacità più ampia: in commercio trovi facilmente impastatrici che ti permettono di impastare anche 4 kg di pane alla volta. In questo caso tieni ben presente che i Watt devono essere superiori per poter dare forza al gancio di impastare a dovere.

I materiali

Infine è necessario fare una valutazione sul materiale con il quale la planetaria è stata costruita. Per questo genere di impasti ti consiglio sempre di scegliere planetarie in metallo. E’ vero, la plastica potrebbe risultare più semplice da gestire soprattutto in fase di pulizia, ma il metallo ti garantisce non solo una maggiore stabilità nella fase di impasto, ma anche una durata più lunga nel tempo dell’elettrodomestico stesso.