La prima volta di Conte da ex allo Stadium è un amaro addio allo Scudetto

169

Conte va ko. La Juve fa fuori l’Inter dalla corsa scudetto. La pesante sconfitta interista di Torino segna un punto di svolta nel campionato. Madama è tornata e si gode la vetta della classifica a +1 sulla Lazio grazie al vantaggio di Ramsey e la magia di Dybala per il 2-0 finale. La Vecchia Signora virtualmente fa fuori l’Inter dalla corsa Scudetto, visto il -9 – con una partita in meno – in classifica dei nerazzurri ormai lontanissimi dalla vetta. Lo Stadium vuoto non incide sulle motivazioni ritrovate della squadra di Sarri, che tiene fuori Danilo, Pjanic e Dybala con un piano che si rivelerà vittorioso nel secondo tempo. Nel primo tempo è sfida alla pari, tra una Juve che parte più forte e finisce ad un soffio dal vantaggio con de Ligt (di testa) e Matuidi (rasoiata), e un’Inter che cresce nel finale di tempo, ma sfiora il gol solo con una botta di Brozovic da fuori. Il tridente Douglas Costa, Higuain Ronaldo fatica a imporsi, discorso simile per Lukaku e Martinez, isolati là davanti e cancellati da Bonucci e de Ligt. Nel secondo tempo però cambiano gli equilibri quando Ramsey spacca la partita, trovando il varco vincente di destro, dopo un’azione confusa in area. Poi la decide la panchina. Entrano Eriksen e Dybala, il nerazzurro non entra in partita mentre il numero 10 juventino la chiude con un colpo da campione che cancella Young e mette fuori causa Handanovic. Entra Sanchez, espulso Padelli, ma la prima volta di Conte da ex allo Stadium è un amaro addio allo Scudetto.