Roma. Vittorio Cecchi Gori è in carcere a Rebibbia

230

Arresto per Vittorio Cecchi Gori. Da sabato mattina si trova in carcere a Rebibbia per l’esecuzione dell’ordine di arresto relativo al crac della Safin notificatogli dai Carabinieri del Nucleo Investigativo dopo la sentenza della Cassazione che tre giorni fa ha reso definitiva la condanna per il crac da 24 milioni della casa di produzione cinematografica Safin. L’ex patron gigliato a deve scontare 8 anni, 5 mesi e 26 giorni di reclusione. Alla somma si arriva aggiungendo a questa condanna quella emessa dal nel 2019 a tre anni e quattro mesi di carcere, e al risarcimento di 19 milioni di euro, come unico colpevole del crac della società viola del 2002. Il provvedimento della corte d’Appello gli era stato notificato venerdì sera al policlinico Gemelli dove era ricoverato. Cecchi Gori, 77 anni, nel 2018 era stato trasportato d’urgenza la vigilia di Natale per ischemia cerebrale con complicazioni cardiache.