Rovigo. Tino Bellinello uccide la moglie Renata Berto poi tenta il suicidio

Un’anziana donna è stata trovata morta nella sua abitazione a Rovigo. Al suo fianco è stato rinvenuto anche l’anziano marito, ferito e in condizioni critiche, raggiunto come la donna da un colpo di pistola. Si tratta – secondo quanto scrivono le testate locali – di omicidio con tentato suicidio.

I due anziani coniugi avrebbero lasciato una lettera firmata da entrambi in cui chiedono “scusa” per il loro gesto. L’uomo di 87 anni, ex gestore di un impianto di carburante, è stato ricoverato in rianimazione in ospedale, in condizioni disperate. La moglie aveva 78 anni.

La tragedia è avvenuta in via Gramsci, nel quartiere Commenda. La vittima è Renata Berto. Il marito, Tino Bellinello, 87 anni, si trova in ospedale, intubato, ed è in condizioni gravissime. La lettera di scuse lasciata dai due anziani sarebbe indirizzata ai due figli della coppia. La pistola usata per l’omicidio e il tentativo di suicidio è una Beretta, che l’uomo, ex cacciatore, deteneva regolarmente.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin