I commenti Facebook influiscono eccome anche sulla visibilità!

Con la modifica sugli algoritmi i commenti Facebook avranno un certo peso e saranno a tutti gli effetti segnali di qualità, motivo per cui i post con un maggior numero di queste interazioni avranno molta più visibilità nel tempo, mentre quelli in cui è minore, avranno sicuramente una copertura più bassa.

L’algoritmo è stato da poco aggiornato e pare abbia 4 caratteristiche specifiche:

  • I segnali di integrità;
  • Le Preferenze indicate dall’utente;
  • I Segnali di interazione dell’utente;
  • Segnali di moderazione.

Scopriamo assieme i primi due segnali

  • Segnali relativi all’integrità: rappresentano autenticità, ed in un certo senso gravitano attorno ad una particolare esca detta di fidanzamento, dove il post deve in qualche modo incoraggiare la community a partecipare con interazioni mirate.Questa è solo la prima fase, perché gli utenti dovranno essere invogliati a partecipare attivamente, così come anche a condividere il post; i commenti sono fondamentali, a volte gli utenti non recepiscono al volo l’importanza, quindi sarà fondamentale anche guidarli.Facebook sembra molto attenta a questa particolare esca e vuole a tutti i costi sconfiggere il fenomeno, quindi tutto deve essere naturale, altrimenti con il nuovo algoritmo i veri furbetti rischieranno addirittura il blocco della propria pagina. Trasgredire le norme del social con una certa costanza, può portare ovviamente alla disabilitazione dell’account pubblicitario, quindi è bene tenere a mente questo piccolo particolare.
  • Preferenze indicate dall’utente: va ad inglobare alcuni segnali già elencati in precedenza, vale dire quelli di interazione dell’utente, che sono relativi alle interazioni che questi hanno con il post, ma ci sono anche i segnali di moderazione relativi al modo con cui gli utenti eliminano o nascondono i commenti su Facebook.

A detta di Facebook:

Chiunque potrà andare a moderare i commenti Facebook italiani presenti sul proprio post, oppure eliminarli; esiste una particolare classifica che però è attiva per le pagine con molti followers, ma solo gli utenti con un grande seguito possono scegliere se attivarla o disattivarla.

Ad ogni modo con l’aggiornamento dell’algoritmo si vuole a tutti i costi andare a nascondere i post la cui qualità è bassa, un intervento che andrà a colpire persino i feed del social network più famoso al mondo, così da renderlo un posto più curato, insomma, un po’ di pulizia non guasterebbe affatto.

Se da un lato quindi si vogliono limitare i post di bassa qualità, dall’altro si tende a promuovere tutti quelli che invece risultano essere di alta qualità, perché effettivamente portano valore alla piattaforma e rappresentano anche materiale perfetto per spingere gli utenti ad interagire.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin