Bolzano. Amministratore di sostegno: maggiore tutela da parte della Provincia

Dal 1° gennaio 2020, l’assicurazione di responsabilità civile stipulata dalla Provincia per tutelarsi in relazione ai danni causati a terzi dai propri dipendenti nell’esercizio dei compiti istituzionali, è stata estesa anche alle attività degli amministratori di sostegno iscritti all’elenco provinciale. Un presupposto per avere accesso a questa copertura assicurativa è che l’amministrazione di sostegno non sia rivolta ad un proprio familiare, che l’attività non sia svolta da un professionista (avvocato, commercialista, ecc.) e che l’amministratore di sostegno sia iscritto nell’elenco provinciale degli amministratori di sostegno, che attualmente comprende 139 volontari. L’amministratore di sostegno, in possesso dei requisiti richiesti, rientra automaticamente nella copertura assicurativa senza doversi attivare in alcun modo. L’assicurazione copre il rischio per la sola “colpa lieve”.

Amministratori di sostegno più tutelati

La figura dell’amministratore di sostegno è stata introdotta per le persone prive in tutto o in parte di autonomia. L’amministrazione di sostegno è una misura personalizzata di tutela, che mira a conservare, quanto più possibile, la capacità di agire della persona, prevedendo una forma di supporto esclusivamente per le funzioni che essa stessa non può compiere autonomamente. Il sostegno non si limita al solo ambito patrimoniale ma si estende anche alla sfera personale. Lo scopo della misura, è quello di tutelare gli amministratori di sostegno nominati dai giudici tutelari del Tribunale di Bolzano, in caso di azioni da richieste di risarcimento danni e conseguenti spese legali. “L’amministratore di sostegno è una figura di riferimento importante per persone che sono in grado solo in parte di tutelare i propri interessi ed hanno quindi bisogno di un supporto – sottolinea l’assessora alle politiche sociali, Waltraud Deeg – grazie all’estensione della polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni a terzi stipulata dalla Provincia a propria tutela, diamo una maggiore tutela a queste persone, che svolgono un’attività di volontariato. In questo modo vogliamo anche dare un riconoscimento tangibile del loro importante ruolo e della loro attività nel sociale”. La gara d’appalto per la copertura (attiva dal 31 gennaio 2019) è stata vinta dalla società UNIQA, una misura analoga è già in vigore in provincia di Trento. Eventuali richieste di risarcimento per danni causati dagli amministratori di sostegno durante il loro operato dovranno essere inoltrate all’Ufficio amministrativo strade, che seguirà la pratica.

Corsi di base e di aggiornamento sul tema

Chiunque può ricoprire il ruolo di amministratore di sostegno. Per essere iscritti all’apposito elenco è necessario però aver frequentato un corso di formazione di base e vi è l’obbligo di seguire regolarmente dei brevi corsi di aggiornamento. Questi corsi gratuiti vengono sostenuti finanziariamente dalla Ripartizione politiche sociali ed organizzati dall’Associazione per l’amministrazione di sostegno. I prossimi corsi si svolgeranno a partire da febbraio. Quelli in lingua italiana avranno luogo l’11-12 febbraio a Bolzano ed il 6 marzo a Salorno. I corsi in lingua tedesca avranno luogo il 18-19 febbraio a Bolzano, il 20 marzo a Bressanone, il 3 aprile a Merano e l’8 maggio a Silandro. Sono inoltre in programma dei corsi di aggiornamento sul tema “Amministrazione di sostegno e responsabilità civile”, che avranno luogo Il 18 marzo a Bolzano (in lingua italiana), nonchè il 15 aprile a Bressanone ed il 20 maggio a Bolzano (in lingua tedesca). nPer iscriversi all’elenco gli interessati possono contattare l’Ufficio persone con disabilità al numero telefonico 0471 418270; e-mail: persone.disabilita@provincia.bz.it. Per iscriversi ai corsi gli interessati possono contattare l’Associazione per l’Amministrazione di sostegno, Bolzano, via dei Combattenti 3-Tel. 0471 1882232; info@sostegno.bz.it.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin