Quello che gli uomini vogliono… dalle escort

891

Un fenomeno sempre più alla ribalta su giornali e trasmissioni varie, il sesso a pagamento sembra essere uscito allo scoperto come uno dei passatempi preferiti dagli italiani. Recidivi, occasionali, “spendaccioni” o tirchi, i clienti delle escort risultano particolarmente attivi anche nelle community o in veste di “recensori”. Un esempio? La classifica che il sito Escort Advisor ha pubblicato nei giorni scorsi con le migliori escort ed escort trans del 2019: una top ten stilata in base appunto alle recensioni degli utenti del sito. Quindi si va ad escort, si paga e poi si recensisce pure l’esperienza. Gli incontri si organizzano al telefono, strumento che agevola notevolmente il passatempo preferito dei “punters”, i “compratori di sesso”, e l’efficacia degli annunci personali delle “sex workers”, giusto per peccare di anglicismi di settore.

Chi sono i clienti delle escort?

Mariti, fidanzati, zii, padri e vicini di casa. L’amante del sesso a pagamento si può nascondere dietro ogni angolo, professione, estrazione sociale, credo religioso ed età. Riferite a quest’ultimo punto, le statistiche rilasciate dal già citato primo sito di recensioni di escort in Europa, ci dicono che il 7% dei frequentatori di escort in Italia ha tra i 18 e i 24 anni, il 28% tra i 25 e i 34, sempre 28% tra i 35 e i 44 anni, il 22% tra i 45 e i 54, il 10% tra i 55 e i 64 e a chiudere, il 5% sono over 65. Le fasce più giovani risultano quelle più interessate agli incontri erotici con le professioniste. Ma non solo per il sesso da film porno.

Ma quale sesso: l’uomo ha voglia di coccole

Non solo incontri di sesso per gli avventori delle escort. Come raccontano le stesse accompagnatrici: Il bacio è il servizio che mi chiedono di più quando mi chiamano i clienti – racconta Francesca di Roma – soprattutto il bacio alla francese, che io però trovo troppo intimo e preferisco farlo solo con chi mi piace veramente e non solo per lavoro. Una visione alla “Pretty Woman”, molto diffusa tra le professioniste del sesso che di baciare a pagamento non ne vogliono proprio sapere. Le escort che si lasciano intervistare, spiegano come tra gli uomini sia molto diffuso il bisogno di affetto. Infatti ricevono moltissime richieste di coccole, oltre alle pratiche sessuali, vogliono un’affinità e cercano una connessione con il mondo femminile. Vogliono provare la cosidetta “Girlfriend Experience” o perchè non hanno una compagna di vita o perchè nel loro focolare domestico non trovano questo appagamento. Quindi, non di solo sesso vive l’uomo. Anche all’uomo piace parlare, ma non con la propria compagna Baci, coccole, tenerezze e anche dialogo, ecco quello che gli uomini cercano dalle ragazze “in affitto”, come spiega Michela escort di Bologna: “La conversazione è una punto cardine del nostro lavoro. Io sono una persona dinamica che ha interessi differenti. I clienti mi parlano dei loro hobbies, dei loro problemi, delle loro vicende personali. Siamo un po’ anche delle psicologhe. La cosa è confermata anche da Monia escort di Arezzo: “Non solo il momento più intimo è al centro delle richieste dei miei clienti. Anche le coccole e le dimostrazioni di affetto sono molto richieste. E’ un controsenso se ci si pensa, sono cose da chiedere alla propria fidanzata. Inoltre, vogliono parlare di qualsiasi cosa, delle loro storie personali soprattutto, comprese quelle amorose.

Cosa spingerà gli uomini al sesso a pagamento?

Se lo chiederanno i sociologi, lo consorti e anche ogni donna presente sulla terra: perchè pagare per andare con una escort? Probabilmente per trovare quello che non si riesce a percepire nella quotidianità della vita socialmente riconosciuta. Eppure, il meretricio è davvero uno dei mestieri più vecchi del mondo, così come alcune lacune negli animi degli esseri umani.