Sei bellissima

“ Quelli che sono più difficili da amare, sono quelli che ne hanno più bisogno. “
Socrate.

Sei bellissima!
Chissà quante volte l’ho pensato, quante volte non te l’ho detto, sei bellissima! Bellissima per me, per i miei occhi, per le mie labbra quando pronunciano il tuo nome assetate dei tuoi baci.
Mi basta sapere che te l’ho detto, magari nei modi più strani, nelle maniere mie più diverse, te lo dico sempre: sei bellissima!
Perché non dirlo alla donna che si ama?
L’amore a volte toglie il fiato, l’amore è non doversi vergognare, mostrarsi così come si è, con qualche ruga in più, con tutti i segni che la vita ci lascia addosso nel suo lento passare; in fin dei conti noi altro non siamo che sassi nel fondo di un ruscello che scorrendonci sopra appiattisce e liscia fino a farne granelli di sabbia.
Ma tu, amore che vai, resta! Restami accanto anche quando non lo merito, tu non lasciarmi andare, acciuffami quando scappo, stringimi a te se di notte vivo un incubo.
Amami e io ti amo.
Fammi innamorare tutte le volte che guardo i tuoi occhi, ogni volta che respiri, tu resta sempre, fammi sognare tra le tue braccia.
Sei l’amore che riempie il cuore, e sei bellissima!
Bellissima perché esisti nella mia testa, nel mio cuore.
Vorrei che tu sapessi che ti ho amata già altre mille volte, ti amerò ogni volta che chiami il mio nome..
Lasciami il tempo di esplorarti, conoscere il mare che è in te, ma amami non per solitudine, non per abitudine ma per certezza.
Vorrei prendere le tue mani e portarti via, andare per sogni, andiamocene via da questo mondo ostile, ovunque tu voglia perché noi esisteremo ovunque!
E’ difficile guardare con occhi così innamorati e dire alla propria donna: sei bellissima?
Amarti è inevitabile, una cosa impossibile non fare.
Io mi chiedo, come possa calmare la voglia di abbracciarti, la voglia di baciarti, di sentirti dire che mi ami… dicono tanto che il coraggio non è da tutti, ma a restare sono i più coraggiosi, quelli che rimangono nelle tempeste e non abbandonano mai chi amano, questo non è da tutti, amare non è da tutti.
Io sapevo, lo so il motivo della tristezza, forse è di amore, di carezze furtive, di un cuore in subbuglio, no piatto in un vivere sempre uguale, uguale perfino nella morte.
Forse amare sarà il rimanere abbracciati e ascoltare i ritmi placidi dei respiri, senza il bisogno di dire nulla che non sapessimo già!
Io lo so, sono consapevole di avere un carattere strano, che non sono una persona aperta, che se mi arrabbio mi arrabbio con tutti, che vivo in una specie di isolamento. E’ che certe volte sono assente nella mia vita stessa e che sto lontano da quella degli altri, ma non della tua, tu ci sei sempre, anche quando ti allontani un po’ alla volta, anche quando mi tradisci!
E’ che il più delle volte mi rifugio nel mio mondo e non capisco per quale ragione non riesco a spiegare quello che dentro di me succede, forse non capirebbero, forse ci vorrebbe qualcuno che tendendomi le mani mi direbbe: lascia per un po’ il tuo mondo, i tuoi disagi, le tue paure e vieni tra le mie braccia, io voglio che tu rimanga nel mondo mio, io sono qui per te, perché ti amo!
Non è mai accaduto.
Ho imparato solamente a nuotare nei tuoi oceani mentre annegavo nel mio mare!

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin