Soggiornare in una casa sull’albero

Spesso si abita in grandi centri abitati dove il caos quotidiano non fa altro che generare stress fino a far impazzire le persone e pur avendo provato in tutti i modi a trovare un modo per rilassarsi, a volte non si è fortunati e questo relax tanto atteso non arriva.

Molte sono le persone che affrontano questo momento e vorrebbero semplicemente potersi rilassare, magari ascoltando i suoni della natura e non del traffico assordante e perché no, godersi una vacanza diversa dalle altre.

Probabilmente non tutti lo sapranno, ma le famose capanne o case sull’albero, che rappresentano il sogno di milioni di bambini, possono essere luoghi di villeggiatura anche per gli adulti.

Perché passare una vacanza in una casa sull’albero

La casetta sull’albero è senza dubbio il sogno di ogni bambino, allora perché non accontentare i figli e portarli per alcune notti in questo posto?
Così facendo si potrà distrar loro un po’ da tutta quella tecnologia che li rende schiavi e godersi finalmente la natura.

Se invece non si è genitori, ma si vuole trovare un po’ di svago per sé, perché non trascorrere delle notti tanto romantiche con i propri partner?

Inoltre gli amanti della natura o del bird-watching e di tutte queste attività fantastiche si troveranno così tanto a stretto contatto con la natura da sentirsi in paradiso, allora perché aspettare?

Dove si possono trascorrere le vacanze su una casetta sull’albero in Italia?

Una delle località più interessanti per passare le vacanze in una casa sull’albero è ai piedi del Monviso.
In Piemonte, precisamente in provincia di Cuneo, in mezzo a meravigliosi paesaggi si può soggiornare ne ”Il giardino dei semplici”, una casa sull’albero posta a 4 metri d’altezza. Provvista di
una camera con bagno e di una terrazza con passerella, è piccolo posticino romantico dove poter ammirare la vista del paesaggio. Il costo per i bambini di età inferiore ai tre anni è di 20 euro a notte, per gli adulti costa circa 150 euro a notte.

Se invece di una lunga vacanza si vuole optare per una giornata immersa nella natura più totale, il posto migliore da visitare è il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, al suo interno sono state realizzate diverse case sull’albero in maniera tale da permettere esperienze fantastiche.

Il tutto comincia con una passeggiata in un boschetto indirizzata da un sentiero ben visibile, adatto anche ai bambini, subito dopo aver affrontato tale percorso si arriverà a questo piccolo villaggio, all’interno del quale vi forniranno tutti i materiali indispensabili per una dormita nella natura.

La struttura offre soggiorni di una notte e fornisce ai campeggiatori sacchi a pelo e colazione al sacco; una volta terminata la colazione si può riprendere un altro percorso in mezzo alla natura.

Questo luogo incredibile è aperto quotidianamente solo nei mesi di Luglio ed Agosto e nel week-end nei mesi di Settembre e Ottobre.

Tree-house fuori dall’Italia, alcuni tra i posti più incredibili

Uno dei luoghi più sontuosi e magici si trova nel Parco Naturale Regionale del Perche, distante circa un’ora da Parigi.

Si tratta di palafitte alte circa tre metri collegate tra di loro tramite delle passerelle: il contesto ideale per un’avventura da affrontare con la famiglia e coi propri amici coinvolgendo i bambini alla scoperta della flora del luogo.

Il costo di queste tree-house parte da 165 euro a coppia e circa 30 euro per i bambini fino ai 16 anni.

Nel cuore del Parco Nazionale Cabañeros di trovano invece delle tree-house davvero speciali.
Nel Parco, che si estende per oltre 15 chilometri, sono stati inseriti tutti i comfort di una casa tecnologica: aria climatizzata, un angolo cottura, riscaldamenti, bagni e molto altro. Completano il contesto percorsi nella natura, una piscina e un solarium con le amache.

Esistono tante altre località immerse nella natura dove poter soggiornare in una casa sull’albero: un’esperienza davvero unica che sarà capace di rilassare gli animi di tutte quelle persone stressate dalla vita in continuo movimento senza un attimo di sosta.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin