Orbassano. Pensionata uccide la figlia poi si avvelena

170

Un delitto cruento maturato in ambito familiare ad Orbassano nel Torinese. Una donna di 44 anni, disabile, è stata uccisa con diversi colpi di martello alla testa. L’omicida è la madre, una pensionata di 85 anni. La pensionata è ricoverata in ospedale in gravi condizioni per avvelenamento. In base ad una prima ipotesi dopo aver ucciso la figlia avrebbe ingerito dei farmaci per togliersi la vita. E’ successo in via Gramsci 36. Testimone dell’omicidio il marito e padre della vittima che ha 87 anni e ha dato l’allarme ai Carabinieri.  “Venite, mia moglie ha ucciso mia figlia”. Sul posto insieme con i carabinieri del nucleo investigativo – che conducono le indagini con i colleghi di Orbassano – è arrivata anche la pm Provazza.