Roma. Botte ad anziana durante una rapina in casa al Nomentano

Una pensionata di 70 anni è stata sequestrata sul pianerottolo e trascinata nella sua abitazione. L’aggressione è stata messa a segno a scopo di rapina al Nomentano. La malcapitata si è trovata davanti a tre individui incappucciati e vestiti di nero. Rapinatori professionisti che sapevano che la signora abitava da sola. Si tratta dell’ennesimo colpo in abitazione, in pochi giorni, nei quartieri romani.

La settantenne, entrata nel portone dello stabile in via della Batteria Nomentana, arrivata al piano ha cercato le chiavi di casa. I tre banditi non le hanno dato di chiedere aiuto. I malviventi l’hanno schiaffeggiata e costretta ad aprire la porta. I complici hanno messo a soqquadro l’appartamento. Una volta ottenuta la roba di valore, la banda è fuggita dopo avere rapinato il cellulare alla vittima impedendole così di chiamare subito le forze dell’ordine. Grazie ad un vicino è stata chiamata la Polizia.

La zona dove è accaduto il colpo si trova fra la Tangenziale e la via Nomentana. In una decina di giorni si sono registrate almeno quattro rapine in casa. Un farmacista, in zona Vescovio, è stato sequestrato da 4 persone, legato e lasciato ferito in una stanza. Al Casilino, una banda di finti poliziotti ha sequestrato in casa il proprietario con la moglie e la figlia. Al Tuscolano, invece, è toccato a padre e figlio essere sequestrati in piena notte da una banda incappucciata ed armata.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin